Alta tensione tra Turchia e Siria: elicotteri NATO sorvolano il territorio siriano

Non ha convinto nessuno il discorso pronunciato ieri dal dittatore siriano Bashar al-Assad nel quale il crudele alleato di Teheran ha espresso i soliti concetti fasulli secondo cui dietro alle proteste ci sarebbero “entità straniere”  e ha fatto le solite promesse di riforme salvo poi mandare li carri armati ad Aleppo dove decine di studenti universitari sono stati incarcerati perché avevano contestato il discorso del dittatore.

Ma la notizia che più ha sorpreso dopo che Assad aveva finito il suo discorso e che migliaia di manifestanti erano scesi in strada per contestarlo è stata senza dubbio quella che riguarda alcune manovre di elicotteri della NATO partiti dalla base turca di Izmir che si sarebbero inoltrati in territorio siriano scatenando le ire di Damasco e dell’alleato iraniano. Secondo fonti dei servizi segreti israeliani la Turchia avrebbe chiuso lo spazio aereo tra il confine turco e quello siriano e l’attività militare all’interno della base NATO di Izmir sarebbe notevolmente aumentata. Da giorni la Turchia minaccia un intervento a difesa dei civili. Per questo nei giorni scorsi l’esercito siriano aveva preso posizione lungo il confine tra Turchia e Siria al fine di impedire alle migliaia di profughi di rifugiarsi in territorio turco e di predisporre una “prima linea di difesa” in caso di effettivo intervento turco.

Ieri Damasco ha accusato la Turchia di usare la scusa dell’intervento umanitario per impadronirsi di parte del territorio siriano. In poche ore i carri armati di damasco si erano schierati nei villaggi di confine mentre l’esercito impediva ai profughi di raggiungere i campi attrezzati in Turchia chiudendo di fatto il confine. Sempre secondo fonti dei servizi israeliani l’Iran starebbe studiando il sistema di inviare in Siria alcuni elicotteri da combattimento e rinforzi militari composti da Guardiani della Rivoluzione, ma per farlo dovrebbe sorvolare il territorio turco che chiaramente ha negato l’accesso. Impediti da Ankara anche i voli commerciali dall’Iran alla Siria che sorvolano il territorio turco e quello iracheno. Nei mesi scorsi proprio la Turchia aveva scoperto e fermato un cospicuo traffico di armi dall’Iran alla Siria che usava proprio i voli commerciali per far giungere le armi ad Hezbollah via Damasco.

Secondo Protocollo

Recently Published Stories

Medio Oriente: gli errori di Obama, la follia di Trump

Quello che sta avvenendo in Medio Oriente nelle ultime settimane è qualcosa di molto serio, complesso e pericoloso, qualcosa che non avrebbe bisogno dell’afasia di Trump che sta consegnando la regione nelle mani di Putin

Tal Flicker

Vietare le manifestazioni sportive nei paesi arabi

Quanto successo all’atleta israeliano negli Emirati Arabi Uniti è qualcosa di gravissimo, come gravissimo è il silenzio delle “democrazie” occidentali di fronte a questo affronto allo sport oltre che a una intera nazione

Trump, l’uomo che ci sta “twittando” verso l’ignoto

Bisogna uscire dalla logica che “siccome Obama è stato un pessimo presidente quello che fa Trump va tutto bene” perché non è affatto così. Trump rischia di essere peggio di Obama

corruzione in italia

Ma siamo sicuri che il problema è l’immigrazione e non mafia, corruzione e ingiustizia sociale?

Per stare dietro al pur serio problema rappresentato dalla immigrazione clandestina di massa rischiamo di perdere di vista i veri problemi del Paese, cioè mafia, corruzione e ingiustizia sociale

mogherini

Il Diritto secondo la Mogherini

Mogherini docet: «il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha molti poteri, ma non quello

kurdistan trump

Trump tradisce vergognosamente il Kurdistan. Tutto chiacchiere e distintivo

Se il tradimento di Trump nei confronti dei curdi lo avesse fatto Obama a quest’ora sarebbe stato seppellito dalle critiche. Invece con Trump tutti vergognosamente zitti

Alta tensione tra Turchia e Siria: elico…

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
0