Blog Politica

Berlusconi e berlusconiani: un sussulto di dignità non guasterebbe

berlusconi

Una premessa: non sono mai stato berlusconiano ma non ho nemmeno mai avuto l’ossessione di Berlusconi. Ma di tanti difetti che ho non mi si può certamente accusare di avere simpatie di sinistra (una certa curiosità su Renzi che non mi sembra molto sinistro). Non mi sono mai interessato delle vicende puttanesche di Berlusconi ma solo delle sue politiche, e a riguardo avrei un paio di cose da dire ai berlusconiani senza se e senza ma, con calma e pacatezza, giusto per ispirare loro un pensiero e un dibattito calmo e serio.

Cari amici berlusconiani, non avete battuto ciglio quando Berlusconi ha mandato in Parlamento il fior fiore dei mafiosi e dei camorristi.

Non avete battuto ciglio quando ha mandato al Senato gente come Scilipoti e Razzi

Non avete battuto ciglio quando ha mandato la Minetti alla Regione Lombardia

Non avete battuto ciglio quando Berlusconi ha fatto votare al Parlamento che Ruby Rubacuori era la nipote di Mubarak rendendo il nostro Paese ridicolo agli occhi del mondo

Non avete battuto ciglio quando Berlusconi ha firmato il patto di stabilità con l’Europa che ha portato l’Italia a questo capestro che stiamo vivendo oggi. Tra parentesi va ricordato che fu Berlusconi a firmare per il ripristino dell’IMU e per l’aumento dell’IVA, anche se lui ha prima incolpato Monti per l’IMU e adesso incolpa Letta per l’IVA. Ma questo lo sapete benissimo.

Non avete battuto ciglio quando Berlusconi ha disatteso tutte le promesse fatte in campagna elettorale e ha portato questo Paese alla attuale situazione. Sono 20 anni che più o meno governa e negare la sua responsabilità politica è pura ipocrisia.

Non avete battuto ciglio quando ha fatto leggi ad personam e ad aziendam senza pensare minimamente al bene del Paese.

Non avete battuto ciglio quando è stato condannato in via definitiva per evasione fiscale e quando è stato condannato in primo grado per altri gravi reati. Anzi, lo avete difeso sostenendo l’assurda tesi che fosse vittima di un complotto della magistratura.

Non avete battuto ciglio quando con una decisione assurda ha deciso di far dimettere i Ministri dell’attuale Governo Letta, che può non piacere (nemmeno a me piace tanto) ma che al momento è l’unica cosa su cui possiamo contare.

Non avete battuto ciglio quando Berlusconi si è fatto dettare le linee politiche da pitonesse varie e pasdaran estremisti rinnegando una destra riformista a favore di una destra populista di fascistoide memoria. Il culmine ieri quando non ha accettato alcun dibattito in quello che doveva essere un chiarimento.

Non avete battuto ciglio quando ha distrutto quanto di buono aveva fatto mettendo al Governo dei Ministri puliti, bravi, giovani e di buona volontà, quando ha ceduto alle varie valchirie e alla banda di oche gelose che hanno osteggiato questi bravi giovani sin dall’inizio.

Ora, che Berlusconi sta letteralmente distruggendo il Paese, non vi si chiede un battito di ciglio, ma almeno un sollevamento dell’arcata sopraccigliare, un dubbio su quanto la vostra icona sta facendo, un pensiero sulle sue reali intenzioni che non sono certo quelle di fare il bene dell’Italia.

Berlusconi, che lo vogliate o no, è finito e non dovete permettergli di trascinare a fondo il Paese con lui. Perché non provate a pensare a una destra alternativa, quella dalla faccia pulita di quei ministri che facevano parte del Governo Letta? Perché volete che la nuova destra post-berlusconiana sia quella della Santanché o della varie amazzoni, oche giulive che non sanno dove finisce la fantasia e inizia la realtà? Volete davvero questo per la destra italiana? Abbiate un sussulto di sana dignità per il bene del Paese e della destra che verrà.

1 Comment

Click here to post a comment
  • Perché la “stella polare” di quei bravi giovani ministri di cui parli è il liberismo, l’euroburocrazia, le privatizzazioni, l’austerity. Tutte cose che il popolo della destra italiana, ma dovrei dire gli italiani in genere, non vogliono.
    Berlusconi dopo il disastro che ha portato alla caduta del suo governo si è adeguato ed ha appoggiato monti, nei sondaggi era 14 punti sotto il PD. Poi ha fatto cadere monti, ha fatto una campagna elettorale anti-euro ed anti-austerity ed è arrivato al pareggio. (avesse avuto un paio di settimane in più avrebbe vinto). Il governo non deve essere composto da persone giovani e belle, e in qualche misura neppure da persone solo competenti, deve essere composto da persone che obbediscano alla volontà popolare liberamente espressa.
    Per questo non si capisce perché mai non avremmo alternative al governo letta, l’alternativa c’è eccome, è la democrazia diretta, in cui il popolo decide realmente la politica del paese a tutti i livelli, economico, monetario, di politica estera e militare, non si limita a decidere le facce (col porcellum nemmeno quelle) di chi poi attuerà una politica decisa in ben altri contesti “ristretti”.
    P.S. il problema non è solo in italia, sia a destra che a sinistra in tutta europa a stravincere sono i movimenti antagonisti allo status quo internazionale, ora anche in austria, dove la crisi neppure morde troppo, destra liberista e sinistra liberista si devono unire e a stento forse raggiungeranno la massa di voti necessari per un governicchio, mentre i neofascisti sono al 23%: che vorrà dire?