Blog Opinioni

Boldrini, mandiamo i turisti nei CIE e gli immigrati negli alberghi di lusso

boldrini

In Italia il turismo è una delle principali fonti di reddito, sebbene sfruttata malissimo. Ma la Presidente della Camera, Laura Boldrini, ne tira fuori un’altra delle sue per distinguersi dal resto degli italiani e per perorare la causa dei clandestini.

Secondo quanto scrive il Corriere della Sera (questa mi era sfuggita), la Boldrini avebbe lamentato il fatto che è una cosa ingiusta accogliere i turisti in strutture di lusso e gli immigrati in modo disumano.

«Non possiamo, senza una insopportabile contraddizione, offrire servizi di lusso ai turisti affluenti e poi trattare in modo, a volte inaccettabile i migranti che giungono in Italia dalle parti meno fortunate del mondo, spesso in condizioni disperate» afferma la presidente della Camera Laura Boldrini. «Le politiche per il turismo andrebbero pensate in modo integrato con le altre politiche rivolte all’accoglienza degli stranieri che vengono da noi per ragioni di lavoro, di studio, di cura o semplicemente alla ricerca di pace, di diritti e di sicurezza».

Non mi è chiaro cosa vuole esattamente la Boldrini, se vuole trasformare i CIE in alberghi di lusso per gli immigrati oppure vuole trasformare le unità ricettive turistiche in tanti CIE per i turisti.

A parte che definire l’accoglienza data dall’Italia alle migliaia di migranti clandestini come “disumana” è davvero troppo. Ma se li andiamo a prendere addirittura in mare… E forse sarebbe il caso che la Boldrini andasse a vedere come li accolgono in Spagna, in Grecia e in altri Paesi europei prima di parlar male dell’accoglienza italiana.

Ho l’impressione che con questa storia della accoglienza a tutti si stia davvero esagerando. Prima o poi ci chiederanno di dare agli immigrati le nostre case.

E a proposito di accoglienza agli immigrati, dalle mie parti il Prefetto ha ordinato ad alcune strutture ricettive di accoglierli stanziando la somma di 30 euro al giorno (900 euro al mese) per ogni immigrato (decisione poi parzialmente rientrata). E questo a ridosso dell’apertura della stagione turistica. Che sia già iniziata la trasformazione?

Edit

So che qualcuno obbietterà che quelli non sono immigrati ma richiedenti asilo. D’accordo, ma se non sbaglio la prima cosa che fanno appena arrivati in Italia è quella di dichiararsi profughi anche se poi le richieste accettate sono solo il 20%. Intanto però costano e non poco.

1 Comment

Click here to post a comment
  • ma che se fuma sta boldrini?? ma chi le ha dato in incarico cosi’ importante e delicato, la conosceva bene
    o e’ stata la solita miracolata di Napolitano? E ci sarebbe da domandarle quanti “profughi” sarebbe disposta ad accogliere a casa sua, visto che e’ cosi’ altruista con le cose ( gli alberghi) degli altri