Blog Medio Oriente

Cari Obama, Mogherini & C. Come la mettiamo con la Turchia terrorista?

turchia-hamas-erdogan

E adesso come la mettiamo con la Turchia dopo che è emerso il suo coinvolgimento nel piano per rovesciare il Governo della Autorità Nazionale Palestinese? Cosa farà la comunità internazionale? Continuerà a sostenere la ANP e a riconoscerla come legittimo Governo palestinese?

La domanda non è retorica. Se la comunità internazionale continuerà a riconoscere la ANP come unico e legittimo rappresentante palestinese non può rimanere inerte di fronte al coinvolgimento della Turchia nel piano per il rovesciamento del Governo palestinese presieduto da Abu Mazen.

E’ già scandaloso il fatto che la comunità internazionale accetti che un membro della NATO che mira a entrare in Europa sostenga apertamente un gruppo riconosciuto universalmente come terrorista quale è Hamas, ora non può rimanere silente di fronte a questa gravissima interferenza della Turchia (l’ennesima) nelle questioni che riguardano Israele e Palestina, una interferenza non certo diplomatica perché qui si tratta di aver organizzato un colpo di stato ai danni di un Governo riconosciuto a livello internazionale e di aver cospirato per innescare una spirale di violenze e di attacchi terroristici contro Israele.

Con il senno di poi tornano a galla tutti i fatti che hanno portato a questo punto. Gli incontri tra Khaled Meshaal ed Erdogan, i messaggi minatori inviati a più riprese dallo stesso Erdogan nei confronti di Israele, le pretese da parte di Turchia e Qatar di imporre le loro condizioni per un accordo di cessate il fuoco tra Hamas e Israele. E sempre con il senno di poi tornano a galla anche le intempestive azioni di diversi governi occidentali, a partire da quello americano e italiano che non hanno perso tempo a legittimare Hamas attraverso il Governo di Unità Nazionale palestinese, quello stesso governo che, ancora in gestazione, Hamas e Turchia volevano abbattere. Cosa ne pensano Obama e la Mogherini a riguardo?

Sarebbe veramente interessante conoscere il loro pensiero, come sarebbe interessante sapere cosa ne pensino tutti quelli che vorrebbero la Turchia in Europa e che ne seguono le direttive quasi intimoriti. Cari signori, come la mettiamo con uno Stato terrorista guidato da un estremista islamico da più parti accusato di aver sovvenzionato e favorito addirittura l’Esercito Islamico dell’Iraq e del Levante e che certamente appoggia un gruppo terrorista come Hamas? Quando la finiamo con tutta questa ipocrisia?