E’ ufficiale: Gilad Shalit è libero

Adesso è ufficiale. Gilad Shalit è libero ed è in un luogo sicuro in Israele dove verrà sottoposto a visite mediche per constatare le sue condizioni di salute dopo cinque anni passati in prigionia in mano ai terroristi di Hamas. A renderlo noto è un portavoce dell’IDF.

La procedura per il rilascio dei prigionieri palestinesi concordata con Hamas aveva subito un breve momento di stallo quando due prigionieri palestinesi avevano rifiutato di essere trasportati nella Striscia di Gaza. In particolare una donna, Amna Muna, condannata all’ergastolo per aver attirato in un agguato un sedicenne israeliano poi ucciso da Fatah, rifiutava di essere trasferita a Gaza per paura di ritorsioni da parte di Hamas. La situazione si è risolta quando l’Egitto ha accettato di ricevere i due terroristi palestinesi.

Secondo le prime voci, Gilad Shalit starebbe abbastanza bene e camminerebbe sulle sue gambe. I genitori sono attualmente in viaggio per raggiungere la località dove è stato portato il giovane militare israeliano.

Per oggi vogliamo mettere da una parte tutte le polemiche e le divergenze di vedute sulla liberazione di Gilad Shalit e sull’accordo fatto dal Governo Israeliano con i terroristi di Hamas. Per oggi vogliamo solo gioire per questa liberazione attesa tanto a lungo. Domani penseremo al futuro. Bentornato Gilad Shalit.

Secondo Protocollo Israel

Recently Published Stories

Quando i “giornalisti” vogliono fare Oriana Fallaci

Oriana Fallaci era una professionista, non diffondeva odio generalizzato a differenza di quello che stanno facendo alcuni giornalisti che si definiscono “suoi eredi”

Medio Oriente: gli errori di Obama, la follia di Trump

Quello che sta avvenendo in Medio Oriente nelle ultime settimane è qualcosa di molto serio, complesso e pericoloso, qualcosa che non avrebbe bisogno dell’afasia di Trump che sta consegnando la regione nelle mani di Putin

Tal Flicker

Vietare le manifestazioni sportive nei paesi arabi

Quanto successo all’atleta israeliano negli Emirati Arabi Uniti è qualcosa di gravissimo, come gravissimo è il silenzio delle “democrazie” occidentali di fronte a questo affronto allo sport oltre che a una intera nazione

Trump, l’uomo che ci sta “twittando” verso l’ignoto

Bisogna uscire dalla logica che “siccome Obama è stato un pessimo presidente quello che fa Trump va tutto bene” perché non è affatto così. Trump rischia di essere peggio di Obama

corruzione in italia

Ma siamo sicuri che il problema è l’immigrazione e non mafia, corruzione e ingiustizia sociale?

Per stare dietro al pur serio problema rappresentato dalla immigrazione clandestina di massa rischiamo di perdere di vista i veri problemi del Paese, cioè mafia, corruzione e ingiustizia sociale

mogherini

Il Diritto secondo la Mogherini

Mogherini docet: «il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha molti poteri, ma non quello

E’ ufficiale: Gilad Shalit è libero

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
8