Giordania: ripresi i colloqui tra ANP e Israele. Ma a Ramallah i palestinesi protestano

Amman  (Giordania) 22/01/2012 – Sono ripresi in sordina i colloqui tra gli inviati della Autorità Nazionale Palestinese (ANP) e i rappresentanti dello Stato di Israele, colloqui già iniziati all’inizio del mese, proseguiti diverse volte e ora arrivati al punto cruciale in cui si deve prendere la decisione se riprendere le trattative di pace tra Israele e Palestinesi.

Secondo alcune nostre fonti si sarebbe sul punto di prendere decisioni importanti nonostante la ferma opposizione di Hamas e di un nuovo movimento palestinese nato a Ramallah che si chiama “Dignità per i palestinesi” il quale, come Hamas, si oppone a qualsiasi accordo con Israele.

Anche questa mattina un nutrito gruppo di palestinesi è sceso in strada a Ramallah per protestare contro questi colloqui. Manifestazioni e qualche tafferuglio anche ad Amman dove un gruppo di palestinesi ha manifestato la sua rabbia verso il Re giordano, Abdullah, il quale si è fatto promotore di questa iniziativa che mira a far riprendere a israeliani e palestinesi i colloqui di pace.

Il nuovo movimento palestinese “Dignità per i palestinesi” che ha come slogan “non vogliamo i colloqui con Israele” e “rivoluzione”, sta creando qualche problema alla ANP anche perché non si capisce bene cosa vogliano esattamente. Sembrerebbe che sia un movimento che si rifà ad Hamas e alla lotta armata portata avanti dalla OLP. E’ significativo che un movimento del genere sia nato proprio a Ramallah, sede della Autorità Nazionale Palestinese, giudicata dai più (a torto) meno falchi di Hamas. Che i palestinesi gettino finalmente la maschera?

Noemi Cabitza

Recently Published Stories

kurdistan referendum

Kurdistan: forse non è proprio il momento migliore

Non basta essere determinati, forti e senza paura per affrontare una situazione come quella che si prospetta subito dopo il referendum, serve essere supportati pesantemente, serve avere sostegno militare e diplomatico, cosa che il Kurdistan oggi non ha

nazifascismo islamico

Vogliamo combattere il nazifascismo? Cominciamo dalla Fratellanza Musulmana

Vogliamo veramente parlare di nazifascismo contemporaneo e di come combatterlo anche attraverso la nuova legge Fiano? Bene, facciamolo, ma facciamolo seriamente partendo dal combattere la Fratellanza Musulmana

iran corea del nord

Iran e Corea del Nord: stesse minacce, reazioni diverse. Perché?

Come mai il mondo ignora completamente le gravissime minacce iraniane a Israele mentre per la Corea del Nord non si contano più le reazioni e le riunioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu?

Apologia del fascismo e il pericoloso DDL Fiano

Non mi piace il DDL Fiano, lo dico da antifascista convinto. Si presta a troppe interpretazioni e assomiglia tanto a un escamotage per silenziare il dissenso, fa cioè una cosa fascista che è proprio quello che dice di voler punire

11 settembre jihad globale

16 anni di Jihad globale e stiamo perdendo la guerra

A 16 anni dall’attacco alle torri gemelle ancora ci rifiutiamo di vedere la realtà e cioè che siamo in guerra con l’Islam, una guerra che noi ci rifiutiamo di combattere diventando facili prede della Jihad globale

nazifascismo italia

Nazifascismo in crescita in Italia. Le responsabilità della sinistra

Non sarebbe male per la sinistra fare un sano “mea culpa” sulla situazione che si è venuta a creare in Italia a causa di una politica stupida e arrogante

Giordania: ripresi i colloqui tra ANP e …

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
2