Gruppo palestinese sconosciuto rivendica attacco a Gerusalemme

Written by | Blog, Medio Oriente

Un gruppo palestinese fino ad ora sconosciuto ha rivendicato l’attacco che domenica a Gerusalemme ha provocato quattro vittime e decine di feriti. Il gruppo si fa chiamare “the martyr of Baha Alyan collective” e prende il nome dal terrorista che con un complice nel 2015 uccise tre israeliani su un autobus.

Per il momento lo Shin Bet non ha riscontri in merito a questo fantomatico gruppo e l’opinione più comune è che sia l’ennesimo gruppuscolo legato ad Hamas anche se il Premier Netanyahu ha detto che il terrorista era legato allo Stato Islamico.

Intanto proseguono le azioni antiterrorismo in Giudea e Samaria. Questa mattina un terrorista palestinese è stato ucciso mentre tentava di accoltellare un gruppo di militari israeliani. Il fatto è avvenuto nel campo profughi di Far’a dove era in corso una operazione congiunta tra IDF e Shin Bet volta ad arrestare alcuni terroristi palestinesi. L’uomo, tale Mohammad Al-Salahi, armato di un coltello si è scagliato contro i militari israeliani dell’unità di elite Duvdevan al grido di Allahu Akbar e non si è fermato nemmeno dopo gli avvisi lanciati dai militari nei suoi confronti ed è stato quindi ucciso. Durante l’operazione sono stati sparati alcuni colpi di arma da fuoco verso i militari israeliani senza però ferire alcun militare. Altre importanti operazioni antiterrorismo sono in corso in tutta l’area che comprende la Giudea e la Samaria.

Articolo scritto dalla redazione di Rights Reporter e pubblicato su questo blog in attesa della fine della migrazione di RR sul nuovo server.

Last modified: Dic 3, 2017