Blog Opinioni

Il fantastico mondo di Human Rights Watch

Le cose sono due, o quelli Human Rights Watch (e Amnesty International) vivono in un altro mondo o davvero il loro modo di interpretare il Diritto internazionale e le leggi di guerra è quantomeno bizzarro.

Oggi Human Rights Watch, che come Amnesty è pure ex Nobel per la pace, ha accusato Israele di crimini di guerra (e te pareva) perché secondo HRW demolire le case dei terroristi sarebbe proprio un crimine di guerra.

Secondo questi scienziati il terrorista che attacca un civile israeliano, proprio perché è un terrorista e quindi un civile, non è perseguibile per crimini di guerra mentre uno Stato che adotta azioni punitive per scongiurare (o almeno per tentare di farlo) nuovi attentati punendo i terroristi commette un crimine di guerra.

“Israele dovrebbe imporre una moratoria immediata sulla sua politica di demolire le case di famiglia dei palestinesi sospettati di effettuare attacchi contro gli israeliani”.

Già “palestinesi sospettati” è un ossimoro. Ma porca miseria, li hanno beccati sul fatto con le armi in mano e ancora sporchi di sangue ebreo e gli hanno giustamente ammazzati, cosa diavolo c’entra la parola “sospettati”? E poi, sarebbero così gentili quelli di HRW di indicare una articolo, dico UNO, del codice di guerra che impedisca a uno Stato sovrano di difendersi con tutti i mezzi che non siano quelli della rappresaglia fisica? Insomma, mica prendono 10 palestinesi per ogni israeliano ucciso e li mettono al muro come facevano i tedeschi. Quello sarebbe un crimine di guerra. Qui distruggono le case dei palestinesi responsabili (e non sospettati) di atti di terrorismo verso cittadini israeliani. E secondo me ci vanno anche piano perché per esempio per quelli che hanno la cittadinanza israeliana io opterei proprio per l’espulsione a Gaza di tutta la famiglia. Dato che gli piace tanto quel modello, che ci vadano a vivere invece di stare beatamente nella democrazia israeliana.

Boh, qui appena aprono bocca parlano di crimini di guerra come se fossero noccioline. Mai una volta che sentissi questi scienziati condannare i terroristi che ammazzano i civili, mai una volta che li sentissi pronunciare una parola di condanna contro Hamas. Per dire una parola contro Assad, giusto per fare un esempio, hanno aspettato che si arrivasse alla quota di 40.000 morti. A 100.000 hanno detto che forse commetteva crimini di guerra.

Primo o poi arriveranno a chiedere i danni procurati alle macchine che investono gli israeliani.