islam-moderato

Sarebbe bello capire cosa si intende quando si parla di Islam moderato, perché io francamente non l’ho ancora capito. Tempo fa in un convegno islamico tenutosi in Norvegia sono stati gli stessi musulmani a dire che il concetto di Islam moderato non esiste ma che esiste un solo Islam.

Eppure se ne sente continuamente parlare. Ogni volta che il terrorismo islamico colpisce da qualche parte si dice che “quello non è il vero Islam” e che i veri musulmani sono quelli che rappresentano questo fantomatico Islam moderato.

Chi sono allora gli islamici moderati? Secondo molti sarebbero quelli legati alla Fratellanza Musulmana. Beh, visto come la pensano e visti gli obiettivi che hanno è difficile da credere che i Fratelli Musulmani siano poi così diversi dai loro confratelli che stanno mettendo a ferro e fuoco il mondo. Allora sono per caso i giovani musulmani cresciuti in occidente, quelli che vanno in TV a dichiarare quanto l’Islam sia una religione di pace? Beh, anche qui ho lei mie riserve, almeno vedendo la famosa Chaimaa Fatihi in TV, ragazza scelta proprio per rappresentare il fantomatico Islam moderato fatto di pace e amore. Scelta azzeccata, non c’è che dire.

E’ tutto qui l’Islam moderato? Si riduce a questo? Ho proprio paura di si. In realtà parlare di Islam moderato è un po’ come parlare di Atlantide o dell’isola che non c’è, si parla di una mera illusione, di qualcosa di molto più vicino a una speranza piuttosto che alla realtà.

Allora non c’è nessuna possibilità che l’Islam possa convivere con noi? Beh no, direi che affermare questo sia un po’ esagerato, ma questo non dipende da noi occidentali, dipende da loro, dai musulmani. Sono loro che devono diventare moderati, cioè devono rinunciare alla medioevale legge islamica, imparare che vivere in un mondo laico significa prima di tutto mettere la religione in secondo piano rispetto alle leggi, significa cominciare a vivere nel 21esimo secolo e non regredire al Medio Evo. Solo allora, solo quando i musulmani cominceranno a ragionare in questi termini si potrà parlare di Islam moderato e fare distinzione tra loro e i fondamentalisti che vorrebbero far regredire il mondo al cupo Medio Evo. Su questo punto si deve essere molto chiari, lo dobbiamo pretendere e smetterla di illuderci che senza queste basi ci possa essere un Islam moderato, perché è semplicemente impossibile.

2 Comments

  1. Elisabetta

    In realtà leggendo alcuni libri come quelli di Ayan Hirsi Ali o Carlo Panella, e articoli di giornale, di pensatori veramente moderati ce ne sono, solo che 1) sono stati uccisi dai loro correligionari 2) si trovano in galera in qualche paese musulmano 3) si trovano in esilio sotto scorta. In ognuno di questi casi l’Occidente non se li fila proprio, preferisce quel campione di falsità del Tariq Ramadan

  2. Elisabetta

    Aggiungo che costoro nei loro paesi hanno un seguito pari allo zero.