Perché Secondo Protocollo è qui

Come avrete visto tutti i contenuti di Secondo Protocollo sono stati trasferiti su questo sito. Non starò a spiegare i motivi nel dettaglio, dirò solo che qualcuno ha cercato di approfittarsi della mia malattia e della mia lunga assenza per impossessarsi della associazione e del relativo sito internet. Siccome però il dominio di Secondo Protocollo era intestato al sottoscritto (come gli altri domini del network), per evitare che i contenuti venissero persi (anni di lavoro di un sacco di gente) e in attesa che le cose si chiarissero ho trasferito tutti quei contenuti su questo sito mettendo a disposizione di coloro che comunque volevano continuare a scrivere un altro dominio pur sapendo che tutto il lavoro di indicizzazione e posizionamento sarebbe dovuto ripartire da zero (ma stanno facendo un lavoro bellissimo).

Naturalmente con l’aiuto di tanta brava gente non lascerò che il capitale i termini di risorse che aveva acquistato Secondo Protocollo vada perduto. Così rimarrà attiva la pagina su Facebook, la pagina Twitter mentre altre risorse sono state cedute alla nuova realtà. Il tutto verrà seguito da persone volontarie che si sono offerte.  L’associazione è rimasta a me (a noi tutti) e ben presto riprenderà a operare come si deve. Tutte le comunicazioni ufficiali di Secondo Protocollo verranno quindi pubblicate su questo sito in una apposita sezione.

Voglio ringraziare tutti coloro che mi aiutano in questo momento difficile in cui la Sclerosi Multipla non mi permette più di fare tante cose e considerando che la cosa non può che peggiorare so che gli toccherà fare un immane lavoro per continuare qualcosa in cui ho creduto e credo ancora, l’associazione Secondo Protocollo. Ai miei nemici dico di rassegnarsi, almeno fino a quando avrò un milligrammo di respiro, dovrete ancora sorbirmi e quando non sarò più in grado di fare niente avrete a che fare con gente più preparata e decisa di me.

Franco Londei