IRIB (radio Tv iraniana): velate (non tanto) minacce ai militari italiani in Libano e in Afghanistan

In un articolo apparso oggi sul sito in lingua italiana di IRIB, la radio-TV iraniana, in un articolo che apparentemente sembra di critica alle parole di Berlusconi, sono in effetti contenute delle inammissibili minacce alle forse italiane in Libano.

IRIB parte furbescamente citando un sito italiano (aprileonline.info ) che avrebbe criticato le parole dette da Berlusconi sull’Iran. In effetti l’articolo, intitolato “Dalla Libia all’Iran, la politica improvvisata di Berlusconi” critica il Presidente del Consiglio non per il contenuto delle sue parole ma perché metterebbe a rischio le truppe italiane in Libano e in Afghanistan che, in caso di attacco israeliano all’Iran, sarebbero sottoposte ad eventuali ritorsioni da parte di Hezbollah.

IRIB in particolare evidenzia le parole dette dall’autore dell’articolo, e cioè “i nostri uomini in Libano e Afghanistan sono, di fatto, sotto un ambiguo ombrello di protezione iraniano. È ovvio che, in caso di conflitto, questa protezione cadrà. I nostri contingenti sarebbero probabilmente oggetto delle prime rappresaglie iraniane. Ma non è detto che queste considerazioni siano state presenti a Berlusconi nel momento in cui si lanciava nell’offensiva verbale contro Teheran. Insomma, conclude il sito, Berlusconi parla. Poi si corre ai ripari”.

E’ chiara l’allusione? A nostro modesto parere è una chiarissima minaccia ai contingenti italiani in Libano e in Afghanistan ed è una cosa inaccettabile. Per questo chiediamo una immediata risposta da parte di tutte le forze politiche italiane, senza se, senza ma e senza alcuna esclusione. Non possiamo accettare queste velate minacce contro i nostri militari all’estero, soprattutto se vengono da un organo ufficiale di un regime sanguinario come quello iraniano. (qui l’articolo di IRIB)

Recently Published Stories

Quando i “giornalisti” vogliono fare Oriana Fallaci

Oriana Fallaci era una professionista, non diffondeva odio generalizzato a differenza di quello che stanno facendo alcuni giornalisti che si definiscono “suoi eredi”

Medio Oriente: gli errori di Obama, la follia di Trump

Quello che sta avvenendo in Medio Oriente nelle ultime settimane è qualcosa di molto serio, complesso e pericoloso, qualcosa che non avrebbe bisogno dell’afasia di Trump che sta consegnando la regione nelle mani di Putin

Tal Flicker

Vietare le manifestazioni sportive nei paesi arabi

Quanto successo all’atleta israeliano negli Emirati Arabi Uniti è qualcosa di gravissimo, come gravissimo è il silenzio delle “democrazie” occidentali di fronte a questo affronto allo sport oltre che a una intera nazione

Trump, l’uomo che ci sta “twittando” verso l’ignoto

Bisogna uscire dalla logica che “siccome Obama è stato un pessimo presidente quello che fa Trump va tutto bene” perché non è affatto così. Trump rischia di essere peggio di Obama

corruzione in italia

Ma siamo sicuri che il problema è l’immigrazione e non mafia, corruzione e ingiustizia sociale?

Per stare dietro al pur serio problema rappresentato dalla immigrazione clandestina di massa rischiamo di perdere di vista i veri problemi del Paese, cioè mafia, corruzione e ingiustizia sociale

mogherini

Il Diritto secondo la Mogherini

Mogherini docet: «il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha molti poteri, ma non quello

IRIB (radio Tv iraniana): velate (non ta…

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
2