Opinioni della settimana

Islam e prepotenza: il Monte del Tempio a Gerusalemme è un monito all’occidente

Ieri a Gerusalemme ci sono stati per l’ennesima volta scontri sul Monte del Tempio. La Lega Araba ha minacciato di rivolgersi alla Corte Internazionale dell’Aia denunciando il “tentativo da parte di Israele di giudaizzare la Moschea di Al-Aqsa”. Ma qual è la realtà? Chi sono i veri usurpatori? Perché Gerusalemme, città sacra per ebrei e cristiani, viene usata dai musulmani come un mezzo per provocare disordini e confusione?

Per capirci qualcosa dobbiamo fare un salto indietro nella storia. Prendiamo quello che scrive a proposito Wikipedia:

Il Monte prende il nome dal Tempio ebraico di Gerusalemme, dedicato al Dio unico dell’ebraismo JHWH, che vi fu costruito, secondo quanto riferisce la Bibbia, dal re d’Israele Salomone nel X secolo a.C.; distrutto e ricostruito nel VI secolo a.C. dagli ebrei, ed ampliato a partire dal 20 a.C. da Erode il Grande (re d’Israele) e dai suoi successori; fu infine distrutto dai Romani nell’anno 70. Nella tradizione il Monte del Tempio è stato anche spesso identificato come Moriah, una montagna (o meglio serie di montagne) citate nell’Antico Testamento come luogo del sacrificio di Isacco, ma la effettiva collocazione di Moriah è oggetto di dibattito. Comunque, l’unico risalto attualmente visibile coincide con quella che è considerata la cima del monte Moriah. Durante l’occupazione romana, sul sito sorse un tempio dedicato a Giove; in seguito fu anch’esso distrutto. Dopo la conquista musulmana (VII secolo), invece, vi furono costruite le moschee ancora oggi esistenti.

Cosa si evince da questo? Che dove oggi sorge la Moschea di Al-Aqsa prima sorgeva il Tempio Ebraico di Gerusalemme. Poi vi sorse il Tempio a Giove e infine, dopo molti secoli, i musulmani vi costruirono le loro moschee. Chi sono quindi gli usurpatori? Se a questo aggiungiamo che la storia di Gerusalemme come città santa dell’islam è una balla storica clamorosa in quanto in nessun caso nel Corano viene citata Gerusalemme, mai. E Maometto non si è mai sognato di andare a Gerusalemme. Mentre, per esempio per il Cristianesimo, Gerusalemme può essere considerata a ragione una città santa per tutti i riferimenti a Gesù, per la presenza del Santo Sepolcro ecc. ecc. per l’islam non ha nulla di santo se non la pretesa islamica che quello che è stato da loro conquistato diventa automaticamente roba loro, anche quando non lo è più e ritorna in mano ai legittimi proprietari.

Oggi se i cristiani possono andare a visitare il Santo Sepolcro e gli altri luoghi sacri al cristianesimo lo devono al fatto che Israele protegge e tutela quei luoghi perché se dipendesse dagli arabi sarebbero già distrutti, prima di tutto perché li considerano “luoghi loro” poi perché, come ci insegna l’ISIS, l’islam non tollera templi e luoghi sacri di altre religioni. Per capire la prepotenza islamica sul Monte del Tempio basta che un gruppo di turisti cristiani si avventuri da quelle parti. Immediatamente verrà circondato da donne e bambini urlanti che li faranno fuggire a suon di sassate.

Ora, Gerusalemme ci da un grandissimo insegnamento che dovrebbe essere anche un monito: non possiamo lasciare nulla all’Islam perché quello che loro si prendono diventa automaticamente di esclusiva pertinenza loro, anche a costo di riscrivere completamente la storia come è avvenuto a Gerusalemme. Ci mettono pochissimo a dichiarare che quello o quell’altro luogo è “un luogo sacro all’Islam” e addio alla storia. La loro prepotenza la possiamo vedere con chiara limpidezza a Gerusalemme e se non ci svegliamo la vedremo ben presto anche in Europa. I primi segni sono già evidenti.

3 Comments

Click here to post a comment
  • Aggiungerei che è così sacra da essere riempita di sassi, molotov e altri strumenti di pace e da essere usata come rifugio dai palestinesi facinorosi

  • Errori errori errori.
    Israele deve avere la competenza di ogni angolo di Israele, tanto lasciato agli arabi diventa tutto un letamaio.

  • sottoscrivo !!!

    Israele deve avere la competenza di ogni angolo di Israele, tanto lasciato agli arabi diventa tutto un letamaio.

    ….esatto !!!