Israele sotto pesante attacco terroristico, ma il mondo tace

Written by | Blog, Medio Oriente

E’ davvero incredibile come il mondo taccia in merito al pesantissimo attacco terroristico di cui è vittima Israele e in particolare i suoi cittadini. Di seguito riportiamo la cronologia degli attentati avvenuti ieri in Israele contro cittadini inermi (grazie a Tali per il suo puntuale e prezioso resoconto)

– 9:30 Un’israeliana di 38 anni è sfuggita per poco a un linciaggio, ieri mattina, quando la sua auto è stata bloccata da una cinquantina di aggressori palestinesi a volto coperto sulla strada da Tekoa a Har Homa (poco a sud di Gerusalemme) che l’hanno bersagliata di pietre e hanno poi cercato di tirarla fuori di forza dal veicolo. La donna è stata salvata da alcuni israeliani di passaggio che hanno visto l’incidente e hanno fatto fuoco verso gli aggressori, ferendone uno in modo grave.

– 11:30 Una giovane terrorista palestinese ha aggredito a coltellate un 36enne israeliano,presso la Porta dei Leoni della Città Vecchia di Gerusalemme. Il ferito è riuscito tuttavia a sparare alla terrorista, che è stata poi ricoverata in gravi condizioni.

– 13:30 Un giovane terrorista palestinese originario del villaggio di Yatta, presso Hebron, ha accoltellato un soldato, nella città israeliana di Kiryat Gat, e si è impossessato delle sua arma con la quale, una volta fuggito in un edificio vicino, ha sparato verso le forze di sicurezza. I poliziotti hanno risposto al fuoco, uccidendolo. Successivamente le forze di sicurezza hanno arrestato un secondo uomo sospettato di complicità nell’attentato.

– 17:00 Un 15enne palestinese ha tentato di accoltellare degli agenti di polizia, nel quartiere Abu-Tor di Gerusalemme, ma è stato sopraffatto e arrestato dai militari prima che riuscisse a portare a termine l’attentato.

– 18:00 Un terrorista palestinese originario del villaggio di Daharia, presso Hebron, ha accoltellato un 25enne israeliano all’ingresso di un centro commerciale di Petah Tikva, nell’hinterland di Tel Aviv. Il terrorista è stato sopraffatto da alcuni passanti che lo hanno tenuto bloccato fino all’arrivo delle forze di sicurezza. In serata, il gruppo islamista palestinese Hamas ha dichiarato che il terrorista che ha colpito a Petah Tikva è un membro dell’organizzazione.

– 20:30 Le forze di sicurezza israeliane hanno sventato un tentativo di investimento con auto ad opera di un palestinese nei pressi di Ma’ale Adumim, poco a est di Gerusalemme. Gli agenti di polizia in servizio a un posto di blocco si sono accorti della manovra e hanno sparato sul guidatore, ferendolo. Due israeliani sono rimasti leggermente feriti. Si tratta del sesto attentato palestinese sventato in una giornata.
Intanto a Ramallah si sono riuniti i membri del Comitato Centrale di Fatah, fra cui il presidente dell’Autorità Palestinese Mahmoud Abbas (Abu Mazen), e hanno “reso omaggio” ai palestinesi per essersi “sollevati a difesa della moschea di al-Aqsa e contro i coloni terroristi”. In un comunicato diffuso al termine della riunione, il Consiglio Centrale di Fatah esorta i palestinesi a “preservare la natura popolare” delle proteste e ribadisce il proprio sostegno alle posizioni espresse da Abu Mazen nel suo recente discorso all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Il portavoce di Abu Mazen, Nabil Abu Rudaineh, ha detto che il presidente palestinese ha anche informato i capi di Fatah sui suoi contatti con varie parti “al fine di garantire protezione internazionale ai palestinesi di fronte alla sfrenata aggressione israeliana”.

Di tutto questo non troverete nulla sui media italiani e internazionali o al limite troverete un capovolgimento della realtà con articoli che parlano di “poveri palestinesi” e non di terroristi colpiti dalle forze di difesa israeliane dopo che avevano effettuato gli attacchi terroristici. Come diceva qualcuno, congratulazioni mondo.

Last modified: Dic 3, 2017

One Response to :
Israele sotto pesante attacco terroristico, ma il mondo tace

  1. GeertWilders4president ha detto:

    Ecco come realmente si svolgono i ‘crimini’ di cui sarebbero autori gli israeliani, secondo le varie fonti antis(emit)ioniste.

Comments are closed.