Italia: clima politico pericoloso per la democrazia. Intervenga il Capo dello Stato

Il clima politico in Italia è arrivato a un punto di durezza che non è più tollerabile e mette in pericolo la stessa democrazia italiana. Gli scontri durissimi tra istituzioni, i continui attacchi del Governo ai magistrati, alla società civile e alla libera stampa non possono più essere sottovalutati dal Capo dello Stato.

L’apice si è raggiunto ieri quando il Presidente del Consiglio ha lanciato l’ennesimo attacco contro i magistrati rei, secondo lui, di fare il proprio dovere e di indagare sui reati. Ma ieri si è andato molto oltre perché il Presidente del Consiglio ha parlato apertamente di una alleanza sovversiva tra il Presidente della Camera e l’Associazione Nazionale Magistrati, una accusa gravissima che non può e non deve passare sotto silenzio o essere interpretata semplicemente come l’ennesima buffonata di questo Premier. Quella accusa merita un accurato e tempestivo approfondimento da parte del Capo dello Stato e degli organi preposti.

A questo punto il Presidente della Repubblica, anche nella veste di capo del CSM, ha l’obbligo di convocare con urgenza il Presidente del Consiglio e di pretendere le prove di quanto da lui affermato. Se ciò non avvenisse, cioè se il Primo Ministro com’è prevedibile non fornirà le prove di quanto detto pubblicamente, deve immediatamente attivare la procedura per sollevare dall’incarico il Premier.

Non è più possibile accettare passivamente questo continuo scontro tra istituzioni mentre il Paese si trova immerso nella più grande crisi economica degli ultimi anni. Non è più possibile accettare che il Parlamento sia ostaggio di questo Premier e delle sue vicissitudini giudiziarie mentre il Paese e il Diritto colano a picco. Il rischio per il sistema democratico è troppo alto.

Per questo motivo questa associazione chiede un immediato e deciso  intervento del Presidente della Repubblica al fine di verificare se le gravissime affermazioni fatte ieri dal Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, nei confronti del Presidente della Camera, Gianfranco Fini, corrispondono a verità. In un caso o nell’altro si chiede di sollevare dal proprio incarico chi si sia reso responsabile di “complotto” o, in alternativa, di “diffamazione”. Occorre che il Capo dello Stato si prenda la responsabilità di difendere quel briciolo di credibilità che resta a questa democrazia.

Secondo Protocollo

Recently Published Stories

Medio Oriente: gli errori di Obama, la follia di Trump

Quello che sta avvenendo in Medio Oriente nelle ultime settimane è qualcosa di molto serio, complesso e pericoloso, qualcosa che non avrebbe bisogno dell’afasia di Trump che sta consegnando la regione nelle mani di Putin

Tal Flicker

Vietare le manifestazioni sportive nei paesi arabi

Quanto successo all’atleta israeliano negli Emirati Arabi Uniti è qualcosa di gravissimo, come gravissimo è il silenzio delle “democrazie” occidentali di fronte a questo affronto allo sport oltre che a una intera nazione

Trump, l’uomo che ci sta “twittando” verso l’ignoto

Bisogna uscire dalla logica che “siccome Obama è stato un pessimo presidente quello che fa Trump va tutto bene” perché non è affatto così. Trump rischia di essere peggio di Obama

corruzione in italia

Ma siamo sicuri che il problema è l’immigrazione e non mafia, corruzione e ingiustizia sociale?

Per stare dietro al pur serio problema rappresentato dalla immigrazione clandestina di massa rischiamo di perdere di vista i veri problemi del Paese, cioè mafia, corruzione e ingiustizia sociale

mogherini

Il Diritto secondo la Mogherini

Mogherini docet: «il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha molti poteri, ma non quello

kurdistan trump

Trump tradisce vergognosamente il Kurdistan. Tutto chiacchiere e distintivo

Se il tradimento di Trump nei confronti dei curdi lo avesse fatto Obama a quest’ora sarebbe stato seppellito dalle critiche. Invece con Trump tutti vergognosamente zitti

Italia: clima politico pericoloso per la…

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
3