La Sharia in Europa è fuori legge e va vietata

Written by | Blog, Opinioni

sharia-controlled-zone

In Italia ha avuto poco risalto la storia che ha visto interessati diversi quartieri di Londra e di altre città inglesi sottoposti arbitrariamente alla legge islamica, la sharia, su decisione dei leader religiosi islamici. In sostanza quartieri interi dove vigeva la spregevole legge coranica controllata da una vera e propria forza di polizia islamica.

“State entrando in una zona controllata dalla sharia e dalle regole islamiche” si leggeva in centinaia di volantini gialli attaccati a ogni angolo delle strade. “Sembrava di essere a Riad invece che a Londra” ha detto un abitante del quartiere londinese di Newham. I “poliziotti islamici” fermavano la gente per strada e li intimorivano. Se disgraziatamente era una donna occidentale a passare da quelle parti veniva pesantemente insultata e spesso fortemente intimidita per il suo abbigliamento non islamicamente corretto. Dopo alcuni giorni e diverse denuncie è finalmente intervenuta la polizia (quella vera) e ha messo momentaneamente fine a questa assurdità, questo vero e proprio abuso del Diritto. Ma già si segnalano nuovamente diversi episodi di zone sottoposte alla legge islamica.

Agli inglesi sta bene, è la giusta ricompensa per aver introdotto nel loro sistema giuridico civile la legge islamica. Il problema è che, come spesso avviene quando parli di Islam, gli dai una mano e loro si mangiano tutto il braccio. Così adesso parecchi Imam, anche in Italia, pretendono la stessa cosa e vorrebbero zone in cui vige la legge islamica.

Non intendo incorrere nell’errore di strumentalizzare alcuni singoli episodi per ribadire il mio astio verso l’islam, ma questi “singoli episodi” iniziano a essere parecchi in Europa e, a giudicare da come si comportano i burocrati buonisti e pietisti di Bruxelles, sembra che dovremo assistere impotenti a molti fatti simili se è vero (ed è vero) che intendono fare entrare la Turchia nell’Unione Europea.

Il problema principale, a cui sembrano non pensare i burocrati di Bruxelles, è che la sharia collide pesantemente sia con la dichiarazione universale dei Diritti Umani che con la dichiarazione europea dei Diritti dell’Uomo che tutti i Paesi aderenti all’Unione Europea hanno dovuto giustamente firmare.  Come possiamo, se dobbiamo rispettare la dichiarazione europea dei Diritti dell’Uomo, accettare l’introduzione delle legge islamica in Europa quando la sharia stessa va contro proprio quella dichiarazione? Chiaramente non possiamo soprattutto perché sarebbe un ritorno a Medio Evo. E allora come facciamo? Impediamo agli islamici di propagandare la sharia? SI, è esatto. Impediamo alla sharia di entrare in Europa e lo facciamo per legge, forti degli accordi a suo tempo firmati.

La sharia in Europa è fuori legge perché è un abominio del Diritto e, soprattutto, perché lo sancisce la dichiarazione europea dei Diritti dell’Uomo che con i suoi articoli collide pesantemente con la legge islamica. Ergo, la sharia va vietata e va fatto in maniera ufficiale con un pronunciamento chiaro e non interpretabile del Parlamento Europeo. Non si tratta di non rispettare la libertà di culto, che in Europa è garantita, ma di lottare contro le violazioni dei Diritti Umani implicite nella legge islamica. Gli islamici sono liberi di credere in chi vogliono e di pregare il Dio che vogliono, ma per fare questo non possono in alcun caso violare i Diritti Umani. Se lo vogliono fare se ne vadano dall’Europa, sono certo che i paesi islamici disposti ad accoglierli ci saranno, se non altro i loro paesi d’origine.

Last modified: Dic 3, 2017