La Siria scarica i palestinesi: Hamas deve lasciare immediatamente il territorio siriano

Fonti palestinesi hanno fatto sapere oggi che il regime siriano avrebbe intimato ai leader di Hamas e della Jihad Islamica di lasciare immediatamente il territorio siriano. Lo riferisce il sito in lingua araba youm7.com che riporta fonti palestinesi attendibili.

I due gruppi terroristici che da anni si nascondono in Siria, sarebbero improvvisamente diventati “sgraditi” al regime di Damasco che con questo atto sembra prendere le distanze sia dal terrorismo palestinese che dall’Iran. Il capo di Hamas, Khaled Meshaal, e i leader della Jihad Islamica sarebbero attesi a Teheran. Secondo altre fonti palestinesi sentite in Libano i leader dei due gruppi terroristici lascerebbero invece volontariamente la Siria per il timore di una imminente caduta del regime siriano.

Quale che sia il motivo della “fuga” dei leader terroristici da Damasco,  sembra evidente che i recenti sommovimenti accaduti nel Paese medio-orientale hanno inciso pesantemente nella politica siriana. Nei giorni scorsi erano trapelate voci secondo le quali il Presidente siriano Assad era intenzionato a smarcarsi da Hamas e queste notizie di fonte palestinese sembrano confermare le indiscrezioni.

La notizia ha fatto velocemente il giro del web ed è stata subito ripresa dai siti dell’opposizione siriana che hanno salutato la buona novella con commenti di approvazione. In particolare sono apparsi evidentemente felici i movimenti di giovani siriani e gli studenti che vedevano nella presenza dei due gruppi terroristici in Siria un ostacolo alla normalizzazione. Ora i giovani chiedono ad Assad di allontanarsi anche dall’Iran e di rivedere il recente accordo che prevede la costruzione di una base navale iraniana a Lakatia. L’opposizione chiede anche di confermare o smentire che vi siano in Siria elementi dei pasdaran iraniani giunti da Teheran per aiutare il regime siriano a soffocare le proteste. In caso di conferma, chiedono l’immediata espulsione di tutti i cittadini iraniani e libanesi riconducibili a Hezbollah.

Per domani è prevista la “giornata dei martiri”, una giornata di grandi manifestazioni in Siria per protestare contro le mancate riforme promesse nei giorni scorsi da Assad e smentite ieri. Questa notizia comunque da una tenue speranza alla opposizione democratica siriana.

Secondo Protocollo Israel

Recently Published Stories

Medio Oriente: gli errori di Obama, la follia di Trump

Quello che sta avvenendo in Medio Oriente nelle ultime settimane è qualcosa di molto serio, complesso e pericoloso, qualcosa che non avrebbe bisogno dell’afasia di Trump che sta consegnando la regione nelle mani di Putin

Tal Flicker

Vietare le manifestazioni sportive nei paesi arabi

Quanto successo all’atleta israeliano negli Emirati Arabi Uniti è qualcosa di gravissimo, come gravissimo è il silenzio delle “democrazie” occidentali di fronte a questo affronto allo sport oltre che a una intera nazione

Trump, l’uomo che ci sta “twittando” verso l’ignoto

Bisogna uscire dalla logica che “siccome Obama è stato un pessimo presidente quello che fa Trump va tutto bene” perché non è affatto così. Trump rischia di essere peggio di Obama

corruzione in italia

Ma siamo sicuri che il problema è l’immigrazione e non mafia, corruzione e ingiustizia sociale?

Per stare dietro al pur serio problema rappresentato dalla immigrazione clandestina di massa rischiamo di perdere di vista i veri problemi del Paese, cioè mafia, corruzione e ingiustizia sociale

mogherini

Il Diritto secondo la Mogherini

Mogherini docet: «il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha molti poteri, ma non quello

kurdistan trump

Trump tradisce vergognosamente il Kurdistan. Tutto chiacchiere e distintivo

Se il tradimento di Trump nei confronti dei curdi lo avesse fatto Obama a quest’ora sarebbe stato seppellito dalle critiche. Invece con Trump tutti vergognosamente zitti

La Siria scarica i palestinesi: Hamas de…

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
2