Opinioni della settimana

Ma che palle questi israeliani (sereno Yom Kippur)

Ma che palle questi israeliani. Si ostinano imperterriti a non volersi far massacrare, ogni volta che gli attacchi loro ti rispondono bombardando le tue installazioni terroristiche che così amorevolmente avevi costruito (magari con i fondi dell’Onu). Ogni volta che gli tiri addosso un missile per ricordargli la tua (r)esistenza in vita loro hanno l’ardire di incazzarsi e di distruggerti le rampe di lancio. Prepotenti.

Che palle questi israeliani, li boicotti e loro ti tirano fuori cure di ogni tipo per le peggiori malattie che ci sono al mondo. Non fai in tempo a boicottare una cosa che subito ti accorgi di non poter fare a meno delle loro scoperte. Se dovessi dare retta non potresti accendere nemmeno un computer. Che palle, sono davvero indisponenti questi israeliani.

Che palle questi israeliani, fai di tutto per sostenere i peggiori dittatori del mondo e loro sono sempre li, nel bel mezzo di tutte le peggiori dittature islamiche, a mostrare orgogliosi la loro democrazia. Strafottenti questi israeliani.

Che palle questi israeliani che se li prendi a sassate si incazzano e ti arrestano. Non sono democratici, non si fa così. E poi sono israeliani, loro le sassate hanno il dovere di subirle. Non ti dico poi cosa succede se ne accoltelli qualcuno. Allora si che si incazzano, come se avessero il Diritto di non essere accoltellati. Ma vi rendete conto che razza di pretese che hanno? Impertinenti.

Diciamolo francamente, questi israeliani hanno rotto le palle con la loro pretesa di sopravvivere a tutto e a tutti, di opporsi a tutto un mondo che li attacca, li osteggia, li circonda e li minaccia.

Questa sera inizia lo Yom Kippur che, per riprendere le parole di una carissima amica israeliana (anche lei estremamente ostinata), è il giorno considerato il più sacro e solenne del calendario ebraico. E’ un giorno di preghiera ed espiazione dei peccati in cui è vietato mangiare, bere, lavorare ecc. Prima di Kippur si devono saldare i debiti sia morali che materiali e si deve chiedere perdono a D-O per le trasgressioni compiute verso di Lui e agli uomini che si è offeso. Lo Yom Kippur ricorda anche una delle aggressioni più vili che Israele abbia mai subito, e anche allora gli israeliani, pallosi e impertinenti, decisi a non soccombere, riuscirono a sconfiggere i loro nemici. Così voglio augurare a tutti gli amici israeliani ed ebrei un buon Yom Kippur, confidando che continuino a rimanere così rompipalle e impertinenti. Il mondo ha bisogno di Israele molto più di quanto Israele abbia bisogno del mondo.

4 Comments

Click here to post a comment
  • B”H
    Kippur è appena terminato e dopo aver visto a Bne Berak come hanno pregato tutti assieme oltre 200 ebrei, bimbi e anziani compresi, dalle 5 di stamattina fino alle 19,30 di stasera (con una sola pausa di quasi 2 h.) sono SICURO che NESSUNO MAI riuscirà a sconfiggerci o soggiogarci, sempre con l’aiuto di Hashem! Viva am Israel! E ora prepariamoci subito a festeggiare Succot. Auguri a tutti!

  • \”ogni volta che GLI attacchi\”

    IN QUESTO STRAFALCIONE DA SECONDA ELEMENTARE STA TUTTO IL FALLIMENTO UMANO E MORALE DI FRANCO LONDEI SIONISTA IMMAGINARIO DI URBANIA!

    SCOMMETTO CHE DA \”…….\” NON TI VOGLIONO PIU\’ VEDERE EH, FRANCO?????

    • Questo commento di Suleiman Kahani lo pubblico e non correggo nemmno il refuso perchè il poveretto è ancora uno dei pochissimi dementi che riesce a divertirmi con i suoi patetici e puerili tentativi di denigrare, dilettante nazistello da due soldi che non merita nemmeno di leccare i piedi a quei veri professionisti del dileggio che sono stati quelli che hanno inventato la storia di /……/ (per altro violando diverse leggi, ma questo è un altro discorso), loro si che erano bravi altro che sto poveraccio. Però è divertente… Porca miseria come mi manca la bravura nel dileggio della povera Dacia Valent