Nazismo islamico. Parlarne non è islamofobia

Il nazismo islamico non è mai andato così di moda specialmente tra le nuove generazioni di musulmani anche se cresciuti in Europa. Perché nazismo islamico? Perché le analogie tra il nazismo e una certa ideologia islamica sono troppo importanti per non tenerle in considerazione in qualsiasi semplice analisi del fenomeno.

La più importante, troppo spesso dimenticata o volutamente ignorata, è la teoria della supremazia dell’Islam. I nazisti avevano la teoria della supremazia della razza ariana, i musulmani hanno quella della supremazia dell’Islam su qualsiasi altra religione. Il concetto di “supremazia della razza” era (ed è tutt’ora) alla base della ideologia nazista così come quello della “supremazia religiosa” è alla base di quella islamista. In entrambi i casi siamo di fronte a una ideologia suprematista che prevede l’annientamento degli “esseri inferiori” che nel caso dei nazisti erano gli ebrei, i portatori di handicap, gli zingari e quant’altro non fosse “puro” mentre per l’Islam sono i kafir, gli infedeli. Nella ideologia islamica pura e dura tutti gli infedeli sono esseri inferiori da convertire o da annientare. Non c’è quella via di mezzo che in molti in occidente chiamano “convivenza” o addirittura “integrazione”.

L’argomento è interessante perché mentre l’occidente considera il nazismo come una ideologia suprematista e quindi illegale, non fa la stessa cosa con l’islam anche se ambedue le ideologie partono da un concetto di supremazia. Eppure il dato è semplice e palese.

Nel mondo islamico ci sono interi Stati, come per esempio l’Iran, che nella loro Costituzione hanno come obiettivo l’espansione dell’Islam (nel caso iraniano è la cosiddetta “esportazione della rivoluzione islamica”), che tradotto in parole povere è la supremazia islamica sulle altre religioni. E’ un concetto fortemente nazista, su questo non ci sono dubbi. Eppure l’occidente lo accetta senza battere ciglio. Anzi, per paradosso lo favorisce instaurando con questi Stati ideologicamente nazisti importanti rapporti di affari. E’ un po’ come se il condannato a morte fornisse la corda con cui il boia lo impiccherà.

Questo concetto suprematista non lo troviamo solo nella costituzione iraniana ma anche in quello di altri importanti Paesi islamici esposto sotto forma di legge islamica (Sharia) e soprattutto lo ritroviamo nella ideologia del ISIS (Stato Islamico).

Quando l’ISIS conquistò la città di Raqqa emise un editto islamico che poi ritroveremo anche in altre occasioni, quello che dava ai “non musulmani” la possibilità di scegliere tra tre ipotesi, la prima era la conversione all’Islam, la seconda era la possibilità di continuare a credere nella propria fede ma di farlo pagando una tassa (dhimma) e accettando di fatto una condizione di inferiorità che imponeva molte restrizioni, mentre la terza era quella di morire per spada. Si badi bene, questo modo di fare è perfettamente islamico, è contemplato nel Corano e viene insegnato nelle moschee. Il problema è che nessuno in occidente si sente il dovere di affermare quanto questo concetto, normalissimo per un musulmano, sia suprematista e quindi nazista. E nessuno si pone il problema sul fatto che milioni di musulmani in occidente seguano questo concetto suprematista. E’ tutto normale nel nome di quella “integrazione” che purtroppo non potrà mai esserci.

Potrei fare altre centinaia di similitudini tra islam e nazismo, a partire dall’odio viscerale verso gli ebrei, ma credo di aver espresso bene il concetto e di aver spiegato perché parlare di nazismo islamico non è affatto una forzatura islamofoba ma è un semplice attenersi ai fatti.

Recently Published Stories

Quando i “giornalisti” vogliono fare Oriana Fallaci

Oriana Fallaci era una professionista, non diffondeva odio generalizzato a differenza di quello che stanno facendo alcuni giornalisti che si definiscono “suoi eredi”

Medio Oriente: gli errori di Obama, la follia di Trump

Quello che sta avvenendo in Medio Oriente nelle ultime settimane è qualcosa di molto serio, complesso e pericoloso, qualcosa che non avrebbe bisogno dell’afasia di Trump che sta consegnando la regione nelle mani di Putin

Tal Flicker

Vietare le manifestazioni sportive nei paesi arabi

Quanto successo all’atleta israeliano negli Emirati Arabi Uniti è qualcosa di gravissimo, come gravissimo è il silenzio delle “democrazie” occidentali di fronte a questo affronto allo sport oltre che a una intera nazione

Trump, l’uomo che ci sta “twittando” verso l’ignoto

Bisogna uscire dalla logica che “siccome Obama è stato un pessimo presidente quello che fa Trump va tutto bene” perché non è affatto così. Trump rischia di essere peggio di Obama

corruzione in italia

Ma siamo sicuri che il problema è l’immigrazione e non mafia, corruzione e ingiustizia sociale?

Per stare dietro al pur serio problema rappresentato dalla immigrazione clandestina di massa rischiamo di perdere di vista i veri problemi del Paese, cioè mafia, corruzione e ingiustizia sociale

mogherini

Il Diritto secondo la Mogherini

Mogherini docet: «il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha molti poteri, ma non quello

Nazismo islamico. Parlarne non è islamo…

by Franco Londei tempo di lettura: 2 min
2