Secondo Protocollo

Nucleare iraniano: ennesimo rinvio. E l’Iran se la gode

Come volevasi dimostrare Teheran ha raggiunto il suo obbiettivo primario, quello di prendere ulteriore tempo. Nulla di fatto ai colloqui sul nucleare iraniano che si sono tenuti lunedì e martedì a Mosca e tutto di nuovo rinviato di un mese. Prossima presa per i fondelli prevista per il mese di luglio in Turchia.

Questo è lo scontato risultato della due giorni di colloqui sul nucleare iraniano tra il gruppo dei 5+1 e il regime iraniano. Un nulla di fatto che concede agli Ayatollah altro tempo prezioso per preparare la loro bomba atomica e per mettere in sicurezza i siti nucleari da eventuali bombardamenti.

Chissà come sarà contenta la Ashton che sulla “soluzione diplomatica” ha puntato tutto con il risultato che dai primi colloqui sono trascorsi 15 mesi senza che da Teheran sia stato ottenuto niente, nemmeno un simbolico passo indietro. Anzi, in questi 15 mesi sono stati scoperti siti segreti, centrifughe per l’arricchimento dell’uranio non dichiarate e, soprattutto, è stato impedito agli ispettori dell’AIEA di entrare in due siti considerati molto sospetti , quelli di Fordo e Parchin.

Nei giorni scorsi Israele aveva fatto capire chiaramente di non essere più disposto ad aspettare i risultati, davvero improbabili, dei colloqui con Teheran. La tattica iraniana è chiarissima e anche un cieco la vedrebbe: tirare a prendere tempo per raggiungere il suo obbiettivo di dotarsi di armi nucleari.

Cosa farà adesso Israele è un mistero, ma è molto improbabile che se ne stia con le mani in mano mentre il mortale nemico iraniano si attrezza per la sua distruzione. E’ una questione di sopravvivenza e su questo si baserà la linea di Israele nelle prossime settimane.

Sarah F.

14 Comments

Click here to post a comment
  • […]  E ci risiamo! Ancora una volta siamo costretti a descrivere i risultati dell’ennesimo round negoziale tra l’Iran e il Gruppo del 5+1, impegnati nella ricerca di un accordo sul programma nucleare iraniano. Onestamente, per descrivere l’ultima riga della due giorni diplomatica tenutasi a Mosca, basterebbero cinque parole: l’ennesimo buco nell’acqua. D’altronde, però, lo avevamo già detto chiaramente riferendoci ai negoziati di Vienna e di Baghdad tenuti diverse settimane or sono. Piuttosto, il negoziato tenutosi in Russia ha dimostrato, senza alcun dubbio, il gap esistente tra le posizioni portate avanti dai rappresentati del regime iraniano e le richieste della Comunità Intern…. […]

  • […]  E ci risiamo! Ancora una volta siamo costretti a descrivere i risultati dell’ennesimo round negoziale tra l’Iran e il Gruppo del 5+1, impegnati nella ricerca di un accordo sul programma nucleare iraniano. Onestamente, per descrivere l’ultima riga della due giorni diplomatica tenutasi a Mosca, basterebbero cinque parole: l’ennesimo buco nell’acqua. D’altronde, però, lo avevamo già detto chiaramente riferendoci ai negoziati di Vienna e di Baghdad tenuti diverse settimane or sono. Piuttosto, il negoziato tenutosi in Russia ha dimostrato, senza alcun dubbio, il gap esistente tra le posizioni portate avanti dai rappresentati del regime iraniano e le richieste della Comunità Intern…. […]

  • Una vignetta di Vauro che raffigurava Fiamma Nirenstein in maniera caricaturale ha scatenato da parte vostra e dei vostri sodali valanghe di accuse e richieste di severe sanzioni. La vostra velenosa caricatura della baronessa Ashton invece va bene, è politicamente corretta? Ma non vi rendete conto che il vostro doppiopesismo è ormai alla frutta?

  • Una vignetta di Vauro che raffigurava Fiamma Nirenstein in maniera caricaturale ha scatenato da parte vostra e dei vostri sodali valanghe di accuse e richieste di severe sanzioni. La vostra velenosa caricatura della baronessa Ashton invece va bene, è politicamente corretta? Ma non vi rendete conto che il vostro doppiopesismo è ormai alla frutta?

  • Però, come commento non c’é male!
    A quanto pare il sig Goffredo non contesta la vignetta per ciò che attribuisce al Presidente dell’Iran, ma solo per ciò che di “velenoso” attribuisce alla baronessa Ashton.
    Che si tratti di un suo estimatore per i sentimenti che la signora ha espresso sull’infanzia dopo Tolosa?
    Oppure é solo un rilievo di natura etico-estetica, perché non sta bene attribuire caricaturalmente ad una Lady di recente lignaggio
    dei grossolani denti a zappetta?
    Ad ogni modo la mancata difesa del Presidente dell’Iran costituisce un indubbio progresso, salvo ripensamenti.
    E se SP cercasse d’ora in avanti di recuperare un maggiore bon ton con le signore?
    Potrebbe forse guadagnare dal sig Goffredo un ulteriore, anche se inconsapevole, sostegno sia per la signora Nierenstein, che per le tesi politiche del blog.

  • Però, come commento non c’é male!
    A quanto pare il sig Goffredo non contesta la vignetta per ciò che attribuisce al Presidente dell’Iran, ma solo per ciò che di “velenoso” attribuisce alla baronessa Ashton.
    Che si tratti di un suo estimatore per i sentimenti che la signora ha espresso sull’infanzia dopo Tolosa?
    Oppure é solo un rilievo di natura etico-estetica, perché non sta bene attribuire caricaturalmente ad una Lady di recente lignaggio
    dei grossolani denti a zappetta?
    Ad ogni modo la mancata difesa del Presidente dell’Iran costituisce un indubbio progresso, salvo ripensamenti.
    E se SP cercasse d’ora in avanti di recuperare un maggiore bon ton con le signore?
    Potrebbe forse guadagnare dal sig Goffredo un ulteriore, anche se inconsapevole, sostegno sia per la signora Nierenstein, che per le tesi politiche del blog.

  • uuuh. Natura etico-estetica!!
    Mamma mia che penna forbita!
    E suvvia, non faccia l’offeso cancellando il commento come l’altra volta. E’ solo che chi ama punzecchiare usando la penna come fosse uno stiletto, soprattutto se lo fa per rendersi bello agli occhi dei suoi aficionados o per squalificare qualche “pericoloso nazista”, deve essere pronto a subire qualche punzecchiatina.
    Saluti. Il gennaro che (non ci crederà) non è di Napoli.
    P.s.: che poi credo che la definizione di nazista sia + o-: chiunque dissenta dalle posizioni israeliane in MO e dalle posizioni dei bush e dalla disastrosa ideologia dei “NEOCON” (sic!) nel resto del globo. Ah, e chi non dice che la Palestina è un territorio israeliano occupato dagli arabi. Oviiamente è nazista anche lui.

  • uuuh. Natura etico-estetica!!
    Mamma mia che penna forbita!
    E suvvia, non faccia l’offeso cancellando il commento come l’altra volta. E’ solo che chi ama punzecchiare usando la penna come fosse uno stiletto, soprattutto se lo fa per rendersi bello agli occhi dei suoi aficionados o per squalificare qualche “pericoloso nazista”, deve essere pronto a subire qualche punzecchiatina.
    Saluti. Il gennaro che (non ci crederà) non è di Napoli.
    P.s.: che poi credo che la definizione di nazista sia + o-: chiunque dissenta dalle posizioni israeliane in MO e dalle posizioni dei bush e dalla disastrosa ideologia dei “NEOCON” (sic!) nel resto del globo. Ah, e chi non dice che la Palestina è un territorio israeliano occupato dagli arabi. Oviiamente è nazista anche lui.

  • Sig. Milano, lasciamo stare i giudizi sul piano puramente estetico perchè anche dalle sue parti (Israele) molti ne uscirebbero con le ossa rotte. Ho abbastanza anni per ricordarmi di una celebre bellezza sionista, Golda Meir, in confronto alla quale la baronessa Ashton, che non è una dea, potrebbe fregiarsi del titolo di miss universo! Non mi pare che neppure molti componenti l’attuale gabinetto israeliano siano degli adoni, mi viene in mente il recente entrato Mofaz, se non vado errato. Quindi asteniamoci da maligne caricature buone solo a far ridere (forse) la massa ingenua degli aficionados dal palato rozzo.

  • Sig. Milano, lasciamo stare i giudizi sul piano puramente estetico perchè anche dalle sue parti (Israele) molti ne uscirebbero con le ossa rotte. Ho abbastanza anni per ricordarmi di una celebre bellezza sionista, Golda Meir, in confronto alla quale la baronessa Ashton, che non è una dea, potrebbe fregiarsi del titolo di miss universo! Non mi pare che neppure molti componenti l’attuale gabinetto israeliano siano degli adoni, mi viene in mente il recente entrato Mofaz, se non vado errato. Quindi asteniamoci da maligne caricature buone solo a far ridere (forse) la massa ingenua degli aficionados dal palato rozzo.

  • Ebbene no, sig. Milano, il mio commento non è effettivamente in linea con quanto da lei scritto in risposta al mio primo intervento. Confesso : ho un pochino cazzeggiato (si può dire?) preso da un irrefrenabile impulso estetizzante. Visto che lei, mi pare di capire, di psicologia se ne intende (probabilmente lo fa di professione), confido in un suo benevolo atteggiamento!

  • Ebbene no, sig. Milano, il mio commento non è effettivamente in linea con quanto da lei scritto in risposta al mio primo intervento. Confesso : ho un pochino cazzeggiato (si può dire?) preso da un irrefrenabile impulso estetizzante. Visto che lei, mi pare di capire, di psicologia se ne intende (probabilmente lo fa di professione), confido in un suo benevolo atteggiamento!