Blog Opinioni

Omosessuali e Diritti: entrare nel 21esimo secolo

Sono rimasto basito nell’apprendere degli attacchi verbali e delle minacce inviate a Paola P. dopo il suo articolo nel quale criticava in egual modo le cosiddette “sentinelle in piedi” e i centri sociali che le avevano attaccate.

Ma quello che più mi ha lasciato perplesso è il vedere che le stesse persone che hanno attaccato Paola per la sua difesa del Diritto ad essere omosessuale e ad avere gli stessi Diritti delle coppie eterosessuali, sono le stesse che quotidianamente attaccano gli estremisti islamici per le loro idee e per il loro spregio dei Diritti, le stesse persone che dicono di sostenere Israele per la sua democrazia e il suo liberismo.

Ma come, mi chiedo, i Diritti e il liberismo vanno bene solo alcune volte e altre volte no? Uno di questi elementi, poveretto, è arrivato a dire che dovevo imporre la cancellazione di quell’articolo perché altrimenti lui non avrebbe più “parteggiato”per Israele. A parte che io non posso e non voglio imporre nulla (Rights Reporter è del tutto indipendente e ha una sua direzione autonoma), ma già solo scrivere quelle frasi dimostra come questo signore (e tutti quelli che gli vanno dietro) non siano poi così diversi da quegli estremisti islamici che non perdono occasione di criticare per i loro metodi.

Detto questo, io posso non essere d’accordo con certe richieste che vengono dal mondo omosessuale (per esempio sulla adozione dei bambini ho molte perplessità perché in quel caso c’è un discorso di Diritti della Infanzia che andrebbero valutati attentamente, ma è un discorso lungo), posso anche non apprezzare molto certe “scelte colorate” per ribadire la propria omosessualità, ma qui si parla di Diritti non di bazzecole. Un conto è che io ne discuta nel merito, un altro contro è che l’idiota di turno venga da me e voglia impormi le proprie idee. I Diritti Civili delle coppie di fatto, comprese quindi anche quelle omosessuali, devono essere garantiti così come prevede la carta europea e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. Non possiamo parlare di Diritti solo quando ci fa comodo o solo se fanno comodo alla nostra causa. Non possiamo accusare il giorno prima gli islamici di essere omofobi o di impiccare gli omosessuali e il giorno dopo comportarci sostanzialmente come fanno loro. Certo, magari in Italia gli omosessuali non li impicchiamo, ma non possiamo nascondere che nel nostro Paese c’è una fortissima discriminazione nei loro confronti.

E allora, cosa vogliamo fare? Valichiamo il secolo oppure rimaniamo nel ventesimo? Usciamo dall’estremismo religioso e bigotto oppure facciamo come gli estremisti islamici che tante volte critichiamo?

P.S.

A quel signore che mi ha intimato di “togliere l’articolo di Paola dalla mia bacheca altrimenti non avrebbe più parteggiato per Israele”. Il sottoscritto è affetto da sclerosi multipla, una malattia che ha tanti effetti deleteri ma che, grazie a Dio, non incide né sulla intelligenza né sulla facoltà di ragionare e pensare con il proprio cervello. Quindi fammi la cortesia di andartene aff…… a quel paese.