ONU oltre il ridicolo: un saudita ai Diritti Umani

Written by | Blog, Opinioni

Ormai non ci sono più aggettivi per descrivere l’ONU e in particolare il fantomatico Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite che nei giorni scorsi ha nominato Faisal bin Hassan Trad, ambasciatore saudita all’ONU, a capo di un gruppo di diplomatici che sarà incaricato di scegliere i candidati a ruolo di “esperti delle Nazioni Unite” da inviare in quei Paesi dove l’ONU ritiene che i Diritti Umani vengano violati.

La cosa se non fosse così seria sarebbe comica. L’ambasciatore dell’Arabia Saudita, cioè di uno dei Paesi che più al mondo viola i Diritti Umani, nominato a capo di una squadra che dovrà decidere chi inviare a monitorare il rispetto dei Diritti nel mondo.

Più che giusta l’indignazione di Ensaf Haidar, moglie di Raif Badawi, il blogger saudita condannato a 1.000 frustate perché aveva osato affermare che in Arabia Saudita non c’è libertà di parola. La sig.ra Ensaf Haidar aveva avuto la malaugurata idea di rivolgersi proprio al Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite per ottenere giustizia per suo marito e la risposta che ha ottenuto è stata questa.

Ma, a prescindere dal caso molto emblematico di Raif Badawi, basta guardare sia la composizione che le risoluzioni del famigerato Consiglio dei Diritti Umani dell’Onu per rendersi conto di quanto scandaloso e vergognoso sia questo organismo letteralmente dominato dai peggiori violatori dei Diritti Umani. E con questa nomina si è davvero toccato il fondo.

Last modified: Dic 3, 2017