Secondo Protocollo

Parla male di Israele se vuoi fare fortuna e diventare famoso

Vuoi diventare famoso? Vuoi che i giornali parlino di te? Vuoi rimorchiare qualche ragazza fricchettona infoiata degli arabi? Vuoi che il tuo blog scali le classifiche di Google e che venga visitato da migliaia di persone? E’ semplicissimo: parla male di Israele e otterrai tutto questo.

Farlo è semplice, non c’è nemmeno bisogno di essere esperti di Medio Oriente, di Diritto Internazionale o essere giornalisti navigati, basta copiare qualcosa sul web o inventarselo di sana pianta (va bene qualsiasi cosa, purché parli male di Israele), prendere una foto di un bambino insanguinato scattata in Iraq e dire che è stata scattata a Gaza e il gioco è fatto. Se poi vuoi proprio esagerare basta aprire un gruppo su Facebook, chiamarlo in modo che rimandi all’odio per Israele o al boicottaggio dei prodotti israeliani, mettere una bella foto di dolore a Gaza (naturalmente sempre falsa) è anche qui il gioco è fatto. Nel giro di qualche ora vedrai moltiplicare gli iscritti e con essi i tuoi contatti. Diventerai una celebrità, le ragazze fricchettone infoiate degli arabi e agghindate con l’immancabile kefiah cadranno ai tuoi piedi. E se poi per disgrazia Facebook ti dovesse chiudere il gruppo per ragioni antisemite, potrai sempre lamentarti dello strapotere sionista e diventare un “martire virtuale”, idolatrato da masse di fedeli.

Non ci credi? Basta che ti guardi in giro. Chiunque voglia che si parli di se, che sia un personaggio famoso alla Gunter Grass, alla Vauro o alla Mel Gibson o un perfetto sconosciuto come il cardinale australiano George Pell, è sufficiente che parli male di Israele o degli ebrei. Anche chi è un semplice blogger può fare fortuna impostando il proprio blog su posizioni anti-israeliane o, meglio ancora, filo-nazi-islamiche. E si perché il nazi-islamismo tira parecchio ultimamente, meglio se dichiaratamente e spudoratamente antisemita. Non parliamo poi se, insieme a tutto questo, si partecipa anche a qualche bella manifestazione anti-israeliana. Diventare un “eroe” è automatico.

Un solo avvertimento: fai in fretta. Il web e il mondo del giornalismo è sempre più saturo di antisemiti, di informazioni e immagini fasulle. Rischi di copiare qualcosa dagli altri o di scrivere qualcosa già scritto e quindi di rimanere indietro.

Infine qualche piccolo consiglio. A parte la sempreverde questione palestinese che fa tanto tendenza, ultimamente la moda vuole che si sia amici di dittatori sanguinari, quindi si raccomanda caldamente di schierarsi a favore di Bashar al-Assad (dittatore siriano) di Mahmud Ahmadinejad (dittatore iraniano) di Omar al-Bashir (dittatore sudanese ricercato dal TPI per crimini contro l’Umanità) e naturalmente di tutti i maggiori schieramenti terroristici e estremisti islamici, da Hamas ad Hezbollah passando per la Fratellanza Musulmana. Insomma, cercate di diversificare un po’, d’altra parte c’è solo l’imbarazzo della scelta quando di tratta di trovare antisemiti. E non dimenticate mai di sostenere il nucleare iraniano. La parola d’ordine deve essere: se le armi nucleari ce le ha Israele, perché non le deve avere l’Iran? Poco importa il fatto che gli iraniani le vogliano usare contro uno Stato democratico come Israele, anzi è proprio quello che si deve sostenere con forza.

Quindi, forza e coraggio. La strada per diventare ricchi e famosi passa per la denigrazione di Israele, per l’antisemitismo e per il sostegno ai dittatori sanguinari e al nazi-islamismo. Come avete visto è facilissimo.

Noemi Cabitza

10 Comments

Click here to post a comment
  • E dove l’avete pescata costei? Beh… La netiquette vieta di usare espressione scortesi… Ma è davvero oltre i limiti dell’indecenza…
    Passo ogni tanto, per qualche secondo, e senza aspettare repliche da questo sito, dove mi chiedo chi paga, chi sono ed a chi si rivolgono. Già perché ogni cosa che si pubblica è destinato al pubblico… e quindi anche a me! E che volete che vi dica? Che applauda? Che vi dica che avete ragione? Israele? Ma non è uno stato fondato sulla pulizia etnica e sul genocidio? Sulla violazione di tre comandi essenziale: non uccidere (ed i palestinesi vengono uccisi ogni giorno), non rubare (ed i palestinesi sono stati privati di ogni loro cosa), non mentire (ed è quello che anche voi state facendo). Io ve lo dico, poi fate voi…

  • E dove l’avete pescata costei? Beh… La netiquette vieta di usare espressione scortesi… Ma è davvero oltre i limiti dell’indecenza…
    Passo ogni tanto, per qualche secondo, e senza aspettare repliche da questo sito, dove mi chiedo chi paga, chi sono ed a chi si rivolgono. Già perché ogni cosa che si pubblica è destinato al pubblico… e quindi anche a me! E che volete che vi dica? Che applauda? Che vi dica che avete ragione? Israele? Ma non è uno stato fondato sulla pulizia etnica e sul genocidio? Sulla violazione di tre comandi essenziale: non uccidere (ed i palestinesi vengono uccisi ogni giorno), non rubare (ed i palestinesi sono stati privati di ogni loro cosa), non mentire (ed è quello che anche voi state facendo). Io ve lo dico, poi fate voi…

  • Tutti possono leggere questi articoli e commentarli,Scettico, poi ognuno tragga le sue opinioni. Le sue idee sono diverse e non combaciano su quanto scritto da Noemi, bene, sono affari suoi.
    Si sente sconvolto? Si sente tradito dalle parole “indecenti” di Noemi?
    Bene, ne provo immenso piacere, perchè vuol dire che lei non ha capito nulla dell’articolo, e nessuno si aspettava da lei che lo capisse viste le sue considerazioni. Io gliel’ho detto, poi veda lei!

  • Tutti possono leggere questi articoli e commentarli,Scettico, poi ognuno tragga le sue opinioni. Le sue idee sono diverse e non combaciano su quanto scritto da Noemi, bene, sono affari suoi.
    Si sente sconvolto? Si sente tradito dalle parole “indecenti” di Noemi?
    Bene, ne provo immenso piacere, perchè vuol dire che lei non ha capito nulla dell’articolo, e nessuno si aspettava da lei che lo capisse viste le sue considerazioni. Io gliel’ho detto, poi veda lei!

  • E’ bellissmo vedere questi nazi-islamici come scettico ingoiare chili e chili di fiele di fronte alla esposizione della verità. La rezione è sempre la stessa: infamie e balle su Israele ma mai una volta una risposta articolata, non perché gli manchi l’intelligenza di farlo (forse in parte anche per quello) ma perché non sanno cosa dire. Commenti come quello di Scettico non fanno altro che confermare che di fronte alla verità l’unica arma che hanno i nazi-islamici è la menzogna e la denigrazione

  • E’ bellissmo vedere questi nazi-islamici come scettico ingoiare chili e chili di fiele di fronte alla esposizione della verità. La rezione è sempre la stessa: infamie e balle su Israele ma mai una volta una risposta articolata, non perché gli manchi l’intelligenza di farlo (forse in parte anche per quello) ma perché non sanno cosa dire. Commenti come quello di Scettico non fanno altro che confermare che di fronte alla verità l’unica arma che hanno i nazi-islamici è la menzogna e la denigrazione

  • meno male che abbiamo gente come Scettico che ci illuminano l’esistenza, loro sì che per fortuna hanno la verità in tasca e generosamente la condividono con noi poveri dementi per aprirci gli occhi e finalmente vedere le cose come stanno davvero.
    …e caro Scettico, non appena possibile, porti i nostri ossequi al “caro Leader”.

  • meno male che abbiamo gente come Scettico che ci illuminano l’esistenza, loro sì che per fortuna hanno la verità in tasca e generosamente la condividono con noi poveri dementi per aprirci gli occhi e finalmente vedere le cose come stanno davvero.
    …e caro Scettico, non appena possibile, porti i nostri ossequi al “caro Leader”.

  • Che la fratellanza musulmana sia un’organizzazione terroristica lo dice lei e se ne prende la responsabilità, visto che non è assolutamente vero. Poi, sia chiaro, io non ho alcuna simpatia per il bigottismo religioso di alcun genere, ma non bisogna ricorrere alle falsità per supportare le proprie tesi.

  • Che la fratellanza musulmana sia un’organizzazione terroristica lo dice lei e se ne prende la responsabilità, visto che non è assolutamente vero. Poi, sia chiaro, io non ho alcuna simpatia per il bigottismo religioso di alcun genere, ma non bisogna ricorrere alle falsità per supportare le proprie tesi.