Passeggeri israeliani sequestrati all’aeroporto di Istanbul

Si aggrava ulteriormente la tensione tra Ankara e Gerusalemme. Tutti i passeggeri con passaporto israeliano a bordo del volo 793 della Turkish Airlines partito dall’aeroporto Ben Gurion e atterrati nell’aeroporto di Istanbul sono stati tenuti sequestrati dalla polizia turca per alcune ore.

Testimonianze raccolte tra i passeggeri israeliani del volo 793 della Turkish Airlines riferiscono che al loro arrivo gli sono stati sequestrati i passaporti. Poi la polizia ha chiesto ai cittadini israeliani il motivo per cui erano in Turchia, ha aperto i loro bagagli, controllato il contenuto dei loro computer e verificato quanti soldi in contanti avevano con se.

Secondo i testimoni la polizia non stava cercando qualcosa o qualcuno in particolare ma è stata una azione deliberata per intimidire i cittadini israeliani e per mandare un chiaro messaggio a Gerusalemme. Testimoni riferiscono anche che molti cittadini israeliani sono tutt’ora sotto shock per questo trattamento che definire fortemente discriminatorio e dire poco. Altri testimoni riferiscono che gli agenti di polizia turchi hanno oltraggiato i passeggeri offendendoli in quanto ebrei e affermando che per troppo tempo hanno dovuto accettare che “sporchi ebrei” facessero affari in Turchia ma che adesso tutto è finito.

Questo è un atto gravissimo e inqualificabile che merita da parte della comunità internazionale una forte presa di posizione contro la Turchia. E’ ormai evidente che la situazione ad Ankara è in mano agli estremisti nazi-islamici e la comunità internazionale non può rimanere inerme di fronte a questa situazione.  Secondo Protocollo farà tutto quanto possibile per portare questo inqualificabile atteggiamento della Turchia all’attenzione della comunità internazionale a partire dall’Unione Europea. Il ministero degli esteri israeliano ha aperto una indagine conoscitiva per capire se l’episodio è isolato oppure se da ora in poi sarà la prassi.

Secondo Protocollo

Recently Published Stories

nazifascismo islamico

Vogliamo combattere il nazifascismo? Cominciamo dalla Fratellanza Musulmana

Vogliamo veramente parlare di nazifascismo contemporaneo e di come combatterlo anche attraverso la nuova legge Fiano? Bene, facciamolo, ma facciamolo seriamente partendo dal combattere la Fratellanza Musulmana

iran corea del nord

Iran e Corea del Nord: stesse minacce, reazioni diverse. Perché?

Come mai il mondo ignora completamente le gravissime minacce iraniane a Israele mentre per la Corea del Nord non si contano più le reazioni e le riunioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu?

Apologia del fascismo e il pericoloso DDL Fiano

Non mi piace il DDL Fiano, lo dico da antifascista convinto. Si presta a troppe interpretazioni e assomiglia tanto a un escamotage per silenziare il dissenso, fa cioè una cosa fascista che è proprio quello che dice di voler punire

11 settembre jihad globale

16 anni di Jihad globale e stiamo perdendo la guerra

A 16 anni dall’attacco alle torri gemelle ancora ci rifiutiamo di vedere la realtà e cioè che siamo in guerra con l’Islam, una guerra che noi ci rifiutiamo di combattere diventando facili prede della Jihad globale

nazifascismo italia

Nazifascismo in crescita in Italia. Le responsabilità della sinistra

Non sarebbe male per la sinistra fare un sano “mea culpa” sulla situazione che si è venuta a creare in Italia a causa di una politica stupida e arrogante

accoglienza

Accoglienza: come un atto di civiltà si trasforma in un autogoal per la stessa civiltà

Accogliere senza essere in grado di farlo non solo non è un atto di civiltà ma diventa un vero boomerang nel momento in cui le buone intenzioni non sono sufficienti a mantenere la pace sociale

Passeggeri israeliani sequestrati all’…

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
3