RD Congo: mezzo milione di bambini a rischio morte per malnutrizione

530.000 bambini sotto i cinque anni e più di un milione di donne hanno bisogno urgentissimo di supporto nutrizionale nella Repubblica democratica del Congo. A lanciare l’allarme è stato ieri il Ministero della Salute del martoriato Paese africano.

Secondo Victor Makwenge, Ministro della Salute della Repubblica Democratica del Congo, almeno 500 bambini muoiono ogni giorno nelle cinque province in cui solo il 20 per cento dei bambini ha una dieta varia. Le province incriminate sono quelle di Equateur, Orientale, Occidentale, Katanga e Maniema e rappresentano circa il 50% della popolazione totale del Congo.

Sempre secondo il Ministro oltre un milione di donne tra i 15 e i 49 anni sono malnutrite nelle stesse provincie. Alla base di questo problema non ci sono solo i conflitti che affliggono la regione, ma c’è anche una politica agricola sbagliata e i mancati raccolti, in parte distrutti dai vari gruppi armati e in parte distrutti dai cambiamenti climatici. “E’ chiaro che dobbiamo rivedere i nostri piani nel settore agricolo” ha detto il Ministro Victor Makwenge.

Secondo una ricerca condotta da World Food Programme (WFP) il tasso di malnutrizione acuta colpisce il 16% della popolazione nella provincia Orientale, il 15% nella provincia di Equateur, il 14% nella provincia di Katanga e l’11% nella provincia di Maniema.

La situazione è veramente drammatica è la Repubblica Democratica del Congo non riesce da sola a venirne a capo. Anche per cambiare la politica agricola ci vorranno degli anni e comunque sarà necessario aspettare i raccolti, ammesso e non concesso che non vengano distrutti dalle intemperie provocate dai cambiamenti climatici com’è avvenuto quest’anno.

Per questo Secondo Protocollo in collaborazione con altre organizzazioni chiede un immediato piano di emergenza al WFP e all’Unione Europea da attuarsi attraverso ECHO. Servono subito migliaia di confezioni di Plumpy-Nut, i pasti ipocalorici a base di arachidi da usare proprio in situazione di emergenza. Nel contempo chiediamo di assistere il Governo congolese nella progressiva variazione della politica agricola così come chiesto dal Ministro Victor Makwenge.

La morte di 500 bambini al giorno più un numero imprecisato di adulti non è una cosa sopportabile nemmeno per un’area, come quella del Congo, abituata alla grandi catastrofi.

[vimeo]http://www.vimeo.com/10828119[/vimeo]

Secondo Protocollo

Recently Published Stories

nazifascismo islamico

Vogliamo combattere il nazifascismo? Cominciamo dalla Fratellanza Musulmana

Vogliamo veramente parlare di nazifascismo contemporaneo e di come combatterlo anche attraverso la nuova legge Fiano? Bene, facciamolo, ma facciamolo seriamente partendo dal combattere la Fratellanza Musulmana

iran corea del nord

Iran e Corea del Nord: stesse minacce, reazioni diverse. Perché?

Come mai il mondo ignora completamente le gravissime minacce iraniane a Israele mentre per la Corea del Nord non si contano più le reazioni e le riunioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu?

Apologia del fascismo e il pericoloso DDL Fiano

Non mi piace il DDL Fiano, lo dico da antifascista convinto. Si presta a troppe interpretazioni e assomiglia tanto a un escamotage per silenziare il dissenso, fa cioè una cosa fascista che è proprio quello che dice di voler punire

11 settembre jihad globale

16 anni di Jihad globale e stiamo perdendo la guerra

A 16 anni dall’attacco alle torri gemelle ancora ci rifiutiamo di vedere la realtà e cioè che siamo in guerra con l’Islam, una guerra che noi ci rifiutiamo di combattere diventando facili prede della Jihad globale

nazifascismo italia

Nazifascismo in crescita in Italia. Le responsabilità della sinistra

Non sarebbe male per la sinistra fare un sano “mea culpa” sulla situazione che si è venuta a creare in Italia a causa di una politica stupida e arrogante

accoglienza

Accoglienza: come un atto di civiltà si trasforma in un autogoal per la stessa civiltà

Accogliere senza essere in grado di farlo non solo non è un atto di civiltà ma diventa un vero boomerang nel momento in cui le buone intenzioni non sono sufficienti a mantenere la pace sociale

RD Congo: mezzo milione di bambini a ris…

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
0