Blog Medio Oriente

Si avvicina l’ora X per l’Iran?

iran-target

Mentre in Italia ci strafoghiamo di politica (di pessima politica) e ci facciamo deridere dall’India sul caso dei due marò, il mondo va avanti senza di noi. Obama ha finalmente visitato Israele, ma i nostri giornalai ne hanno parlato appena. Eppure di cose da dire ce ne sarebbero.

Si avvicina l’ora X per l’Iran. Il riserbo su quello che si sono detti Obama e Netanyahu in merito alla bomba degli Ayatollah fa pensare che questa volta anche il Presidente americano faccia sul serio e che abbia abbandonato le riserve in stile Ashton. Anche l’improvviso riavvicinamento tra Israele e Turchia è un segnale importante e molto forte.

L’Iran non si ferma con le paroline dolci o con sanzioni che colpiscono solo la popolazione ma non il regime. L’esempio lampante ce lo abbiamo con la Corea del Nord che pure ha subito sanzioni 100 volte più dure di quelle imposte all’Iran. Ma la bomba l’hanno fatta lo stesso e adesso stanno indirizzando gli iraniani.

Lo ha capito finalmente anche Obama che però sembra ancora riluttante a radere al suolo le centrali nucleari iraniane. C’è nell’opinione pubblica mondiale, specialmente quella pacivendola, l’errata convinzione che USA e Israele vogliano attaccare l’Iran. Ma non è così. Vogliono distruggere il programma nucleare iraniano non l’Iran. Non ci saranno bombardamenti delle città. Non ci saranno attacchi alle caserme dei militari. Non ci saranno stragi di civili. Se l’attacco ci sarà, avverrà in maniera chirurgica.

E’ questa la differenza sostanziale tra gli israeliani e gli Ayatollah e i loro alleati (Hezbollah e Hamas): gli israeliani non colpiscono deliberatamente i civili inermi. Gli Ayatollah e i loro alleati colpiscono deliberatamente solo i civili inermi. Ed è forse questo il problema principale che potrebbe far precipitare la situazione. La reazione degli iraniani e dei loro alleati, se ci sarà, sarà rivolta verso i civili semplicemente perché non sanno fare altro. Solo questo potrebbe innescare un diverso tipo di intervento israelo/americano. Diversamente sarà come in Iraq e in Siria. Tutto finirà li e nessuno si farà male.

Lo so, adesso i pacivendoli e i tanti sostenitori dei nazi-islamici iraniani diranno che è ingiusto che un Paese che detiene un arsenale nucleare (Israele) si arroghi il Diritto di vietare la stessa cosa ad un altro Paese. Diranno che gli israeliani sono prepotenti. Diranno che l’Iran ha Diritto ad avere bombe atomiche. Lo so, viviamo in un mondo ingiusto. Ma anche un bambino capirebbe la differenza che c’è tra il dare un bisturi in mano a un chirurgo e darlo in mano a un serial killer. Il primo lo userà per salvare vite, il secondo per uccidere. Dare il nucleare in mano agli Ayatollah è come dare un bisturi a un serial killer, lo useranno per uccidere. Israele invece fino ad oggi ha usato la deterrenza nucleare per salvare vite. E’ ingiusto questo? Se lo è allora davvero non c’è più speranza per l’umanità.