Blog Opinioni

Siria, una conferenza di pace inutile senza i veri carnefici

siria

Comincia domani la cosiddetta “Ginevra 2”, cioè la conferenza di pace sulla Siria. Nelle ultime ore si è veramente rischiato che l’opposizione siriana non vi partecipasse a causa dell’incauto invito all’Iran, ma gli Ayatollah alla fine hanno deciso di non parteciparvi.

Bene, diranno in molti, il che è vero ma anche no. Non coinvolgere gli Ayatollah nei colloqui sulla Siria significa anche non coinvolgere quelli che sono trai tre principali carnefici e protagonisti della mattanza siriana: l’Iran, Assad e Al Qaeda.

Che poi, a ben guardare, non coinvolgere l’Iran significa anche tenere fuori Hezbollah che è il quarto protagonista del conflitto siriano anche se direttamente collegabile agli Ayatollah e al regime di Assad.

La domanda da porsi ora è la seguente: è possibile arrivare a un qualsiasi accordo di cessate il fuoco senza coinvolgere l’Iran e Al Qaeda? Secondo il mio modestissimo parere NO, non è possibile. Questo naturalmente non vuol dire che sarei stato contento se avessero invitato gli iraniani e i terroristi di Al Qaeda, anzi, è vero l’esatto contrario. Solo che queste cose vanno dette perché è inutile farsi illusioni su Ginevra 2 senza il coinvolgimento di due delle quattro parti in causa (le altre due sono i ribelli “ufficiali” e il regime di Assad). E visto che le due parti mancanti sono quelle che si sono rese responsabili delle violenze più gravi (Assad, pur essendo senza alcun dubbio un criminale internazionale, non va nemmeno al bagno senza il permesso di Teheran) non vedo come si possa sperare in un cessate il fuoco.

Insomma, siamo alle solite buffonate di Kerry che si è dannato l’anima per organizzare Ginevra 2 ben sapendo (almeno lo spero) che le possibilità di arrivare ad un accordo sono minime se non addirittura nulle. Non ho capito se lo fa per mettersi in mostra, come fa con il processo di pace in Medio Oriente tra israeliani e arabi, oppure lo fa perché veramente non ci arriva.

La questione siriana non si risolve con un lussuoso pranzo a Ginevra e successiva passerella a favore di telecamere, ma si risolve con i militari, con una forza di pace e interposizione che imponga un vero cessate il fuoco e che sia autorizzata a disarmare le forze in campo. Possibile che ci sia ancora qualcuno che possa pensare di mettere d’accordo l’Iran e i terroristi di Al Qaeda con le buone?

1 Comment

Click here to post a comment
  • Mi spiace, ma non riesco a simpatizzare per nessuna delle parti in causa in questo conflitto; atrocità da una parte e dall’altra, questo solo ho visto.