Somalia: in arrivo 20.000 uomini dall’Uganda

E’ senza dubbio un annuncio a sorpresa quello dato ieri dal Presidente ugandese, Yoweri Museveni, che l’Uganda avrebbe mandato altri 20.000 uomini in Somalia per contrastare le milizie islamiche di al Shebab che ormai controllano quasi tuto il Paese.

Fino a poco tempo fa il Presidente ugandese parlava dell’invio di 10.000 uomini che sarebbero andati a unirsi ai 4.000 già presenti in Somalia inquadrati nella missione di pace dell’Unione africana Amisom ma condizionava l’invio all’arrivo di finanziamenti per la missione. Negli ultimi giorni poi, a seguito della pubblicazione del rapporto Onu sul Congo che accusa l’esercito ugandese di atrocità, Museveni aveva fatto intendere che non avrebbe mandato altre truppe in Somalia. Ieri invece la svolta. Non solo invierà le truppe ma ne raddoppia il numero e decide anche per l’invio di mezzi pesanti ed elicotteri.

Per quello che si è potuto apprendere da fonti a Kampala  a monte della decisione del Presidente ugandese ci sarebbe stato un intervento diretto del Dipartimento di Stato Americano che ha calmato l’ira di Museveni sul rapporto Onu con “congrui finanziamenti” e la promessa della consegna di diversi elicotteri da combattimento Apache (si parla di 12 elicotteri).

Nell’annunciare l’invio delle truppe Museveni ha detto che l’Uganda farà di tutto per restituire la Somalia agli africani alludendo al fatto che buona parte dei combattenti delle milizie di al Shebab (legate ad Al Qaeda) sono stranieri che hanno invaso il Paese africano.

Intanto a Mogadiscio si continua a combattere. Anche ieri ci sono stati diversi scontri con almeno 12 morti tra i civili. Le scorse settimane le milizie ribelli legate ad Al Qaeda avevano cercato di dare la spallata finale al Governo Provvisorio del Presidente Sheik Sharif Sheik Ahmed senza però riuscirvi anche grazie all’intervento nei combattimenti delle truppe dell’Amisom. Lo scorso 11 luglio l’Uganda aveva subito due attacchi terroristici rivendicati dalle milizie somale di al Shebab le quali volevano punire il Paese africano per la sua partecipazione alla missione Amisom. Per questo motivo ieri il Governo ugandese, in concomitanza con l’annuncio dell’invio di ulteriori truppe, ha elevato ai massimi livelli l’allarme terrorismo nella capitale, Kampala, e nelle maggiori città del Paese.

Secondo Protocollo

Recently Published Stories

nazifascismo islamico

Vogliamo combattere il nazifascismo? Cominciamo dalla Fratellanza Musulmana

Vogliamo veramente parlare di nazifascismo contemporaneo e di come combatterlo anche attraverso la nuova legge Fiano? Bene, facciamolo, ma facciamolo seriamente partendo dal combattere la Fratellanza Musulmana

iran corea del nord

Iran e Corea del Nord: stesse minacce, reazioni diverse. Perché?

Come mai il mondo ignora completamente le gravissime minacce iraniane a Israele mentre per la Corea del Nord non si contano più le reazioni e le riunioni del Consiglio di Sicurezza dell’Onu?

Apologia del fascismo e il pericoloso DDL Fiano

Non mi piace il DDL Fiano, lo dico da antifascista convinto. Si presta a troppe interpretazioni e assomiglia tanto a un escamotage per silenziare il dissenso, fa cioè una cosa fascista che è proprio quello che dice di voler punire

11 settembre jihad globale

16 anni di Jihad globale e stiamo perdendo la guerra

A 16 anni dall’attacco alle torri gemelle ancora ci rifiutiamo di vedere la realtà e cioè che siamo in guerra con l’Islam, una guerra che noi ci rifiutiamo di combattere diventando facili prede della Jihad globale

nazifascismo italia

Nazifascismo in crescita in Italia. Le responsabilità della sinistra

Non sarebbe male per la sinistra fare un sano “mea culpa” sulla situazione che si è venuta a creare in Italia a causa di una politica stupida e arrogante

accoglienza

Accoglienza: come un atto di civiltà si trasforma in un autogoal per la stessa civiltà

Accogliere senza essere in grado di farlo non solo non è un atto di civiltà ma diventa un vero boomerang nel momento in cui le buone intenzioni non sono sufficienti a mantenere la pace sociale

Somalia: in arrivo 20.000 uomini dall’…

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
0