Sudan: arrestato Hassan al-Turabi. Durissimi scontri in Darfur

E’ stato arrestato nuovamente ieri Hassan al-Turabi, il leader dell’opposizione islamista in Sudan. Uomini armati qualificatisi come “membri dell’autorità di sicurezza” si sono presentati a casa sue e lo hanno condotto in prigione.

A riferirlo è stato Ibrahim el-Senoussi, numero due dell’organizzazione politica islamista condotta da Turabi. E’ l’enensimo arresto al quale è sottoposto il vecchio leader islamico amico personale di Osama Bin Laden, prima mentore e poi acerrimo nemico del Presidente sudanese Omar al-Bashir. Non è stata notificata alcuna accusa all’atto del suo arresto. Tuttavia i sostenitori di Turabi sostengono che l’arresto sia legato alle ultime elezioni svoltesi in Sudan al quale il partito di Turabi ha partecipato, unico tra i partiti di opposizione. Hassan al-Turabi nei giorni scorsi aveva più volte denunciato brogli e intimidazioni durante le elezioni. Per questo, secondo i suoi sostenitori, sarebbe stato arrestato.

Qualcuno in Sudan ha fatto notare la vicinanza di Hassan al-Turabi al gruppo ribelle del Darfur dei JEM (Justice and Equality Movement) e che proprio venerdì sono ripresi violentissimi gli scontri tra esercito sudanese e JEM nella zona di Jabel Moun, nel Darfur meridionale. Secondo fonti dell’esercito sudanese ci sarebbero stati 108 morti tra i ribelli del JEM il che proverebbe che la battaglia è stata violentissima.

Dopo la vittoria di Omar al-Bashir alle elezioni nazionali molti analisti temono un giro di vite da parte del Governo sudanese, sia in Darfur che nel Sudan Meridionale dove sono fervono i preparativi per il referendum per l’autodeterminazione che si terrà il prossimo gennaio 2011. Intanto ieri alcuni leader del JEM hanno dichiarato che i colloqui di pace per il Darfur sono definitivamente chiusi e che sarà guerra totale.

Secondo Protocollo

Recently Published Stories

Medio Oriente: gli errori di Obama, la follia di Trump

Quello che sta avvenendo in Medio Oriente nelle ultime settimane è qualcosa di molto serio, complesso e pericoloso, qualcosa che non avrebbe bisogno dell’afasia di Trump che sta consegnando la regione nelle mani di Putin

Tal Flicker

Vietare le manifestazioni sportive nei paesi arabi

Quanto successo all’atleta israeliano negli Emirati Arabi Uniti è qualcosa di gravissimo, come gravissimo è il silenzio delle “democrazie” occidentali di fronte a questo affronto allo sport oltre che a una intera nazione

Trump, l’uomo che ci sta “twittando” verso l’ignoto

Bisogna uscire dalla logica che “siccome Obama è stato un pessimo presidente quello che fa Trump va tutto bene” perché non è affatto così. Trump rischia di essere peggio di Obama

corruzione in italia

Ma siamo sicuri che il problema è l’immigrazione e non mafia, corruzione e ingiustizia sociale?

Per stare dietro al pur serio problema rappresentato dalla immigrazione clandestina di massa rischiamo di perdere di vista i veri problemi del Paese, cioè mafia, corruzione e ingiustizia sociale

mogherini

Il Diritto secondo la Mogherini

Mogherini docet: «il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha molti poteri, ma non quello

kurdistan trump

Trump tradisce vergognosamente il Kurdistan. Tutto chiacchiere e distintivo

Se il tradimento di Trump nei confronti dei curdi lo avesse fatto Obama a quest’ora sarebbe stato seppellito dalle critiche. Invece con Trump tutti vergognosamente zitti

Sudan: arrestato Hassan al-Turabi. Duris…

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
0