Alla fine sembra essere proprio vero: gli iraniani hanno abbattuto un drone americano modello “RQ-170 Sentinel”. Lo ha mostrato ieri la Tv iraniana dimostrando che quella iraniana non era mera propaganda e che il drone è in buone condizioni, fatto questo che preoccupa moltissimo l’intelligence americana in quanto potrebbe dare accesso ai tecnici iraniani alla avanzatissima tecnologia del Sentinel.

Ieri sera, dopo che la Tv iraniana aveva mostrato il drone USA, un portavoce del Pentagono si era affrettato a dire ce “gli iraniani non hanno il know how per accedere alla tecnologia del drone” e che quindi non c’è la preoccupazione che tale tecnologia finisca per favorire gli iraniani, fatto questo che potrebbe non essere del tutto vero. Ma a smontare completamente la tesi americana è arrivata la notizia che tecnici russi e cinesi sarebbero già in Iran per studiare il gioiellino americano.

Il danno per l’intelligence USA è grandissimo, sia a livello di immagine che a livello operativo. Secondo quanto riferito dagli iraniani, il drone è stato abbattuto mentre sorvolava il territorio iraniano, fatto questo che ha portato Teheran ad elevare formale protesta presso le Nazioni Unite contro gli Stati Uniti, accusati di fare opera di spionaggio sul territorio iraniano.

La Tv iraniana ieri ha mostrato il drone con il capo delle Guardie della Rivoluzione iraniana che faceva bella mostra del bottino. L’aereo, di colore giallognolo, è apparso in ottime condizioni fatto questo che fa supporre che tutta la tecnologia al suo interno non abbia subito danni e che rende “l’incidente” ancora più grave. Il RQ-170 Sentinel è un aereo da alta quota di tipo stealth, cioè invisibile ai radar, prodotto dalla Lockheed Martin. Entrato in funzione nel 2009 è considerato uno degli aerei da ricognizione più all’avanguardia del mondo. Per questo, sin dalla sua entrata in azione, russi e cinesi hanno tentato in tutti i modi di entrare in possesso degli schemi dell’aereo. Ora ne hanno la possibilità e, c’è da giurarci, ricompenseranno profumatamente l’Iran, magari con la fornitura di armi ad alta tecnologia (gli S 300 russi per esempio), armi con le quali gli Ayatollah potranno aumentare la loro pericolosità. Un doppio danno quindi che gli americani rischiano di pagare veramente caro.

Sarah F.

9 Comments

  1. Vi rosica parecchio per questa grande vittoria del popolo iraniano sulla prepotenza americana. W l’Iran. W il glorioso corpo delle Guardie Rivoluzionarie.

  2. Non serio

    Da scriverci un fumetto…gli americani nella veste di Willy il coyote, gli iraniani in quella dello struzzo Beep-beep…per russi e cinesi l’orlo Baloo di Kipling e per i cinesi il draghetto che voleva fare il pompiere, per i comprimari ci sono ampie scelte da Sir bis alla tigre Baghera e le scimmie urlanti (i paesi dell’unione europea).
    Il caro Eistein scrisse che non era certo delle armi che si sarebbero impiegate nella terza guerra mondiale ma era invece certissimo dell’arma principale della quarta guerra mondiale, la clava.
    Preghiamo e speriamo.
    Shalom

  3. Freelander

    Gli S300 sono armi difensive, non di attacco. A voi brucia che gli Iraniani possano essere nelle condizioni di difendersi da un probabile attacco del mostro sionista. Invece, statene certi, il mostro troverà pane per i suoi denti. A meno che il mostro non voglia sterminare 15/20 milioni di iraniani con la sua ben nascosta potenza nucleare ma in questo caso dovrà fare i conti con il resto del pianeta!

  4. PaoloPa

    Detto molto francamente non credo che in caso di attacco serio gli iraniani possano difendersi (S 300 o meno). La potenza di fuoco e la tecnologia israeliana non ha il bisogno di usare l’arma nucleare. Se si vuole fare un discorso serio, cioè senza demagogie, un attacco israeliano (o meglio israelo-anglo-americano) spazzerebbe via le difese iraniane in un paio di giorni. Quello che preoccupa (credo) non sono gli S 300 ma i missili a lungo raggio di cui dispone l’Iran e che potrebbero essere usati come ritorsione

  5. ma tutti questi figli di puttana amanti della Shariyah da dove sbucano? ma vadano in Iran piuttosto che consumare cibo qui.

  6. questi nazislamici usano la nostra democrazia per poi renderci loro schiavi

  7. Davood, perchè non vai a rimpiguare il numero delle Guardie Rivoluzionarie ? ma li in Iran invece di stare quì, non sarebbe meglio ?

  8. Davood, perchè non vai a rimpiguare il numero delle Guardie Rivoluzionarie ? ma li in Iran invece di stare quì, non sarebbe meglio ?