Uscirà tra pochi giorni, il 29 aprile, la nuova versione di Ubuntu, il sistema operativo Linux completamente gratuito che sta prendendo sempre più piede. Si chiamerà Lucid Lynx e sarà contraddistinto dal numero 10.04 LTS (Long Term Support), cioè sarà una versione supportata per i prossimi tre anni.

Tante le novità introdotte nella nuova versione a partire dalla estetica che non sarà più affidata al tema Human che aveva contraddistinto Ubuntu fino ad ora. Vi sono poi alcune novità in termini di velocità del sistema. Lucid Lynx parte in meno di 10 secondi e l’apertura delle applicazione è velocissima anche con computer con requisiti minimi. Gira comodamente con 512 Mb di ram pur mantenendo tutte le sue qualità. Migliorata notevolmente la compatibilità con gli hardware di ogni tipo. I driver li trova da solo e l’utente non deve fare altro che cliccare sul pulsante installa. Le parole d’ordine degli sviluppatori sembrano essere state “stabilità, usabilità e velocità”, tutti traguardi raggiunti. Infatti il sistema è estremamente stabile, veloce e, soprattutto, usabile da tutti. Sono finiti i tempi in cui chi si rivolgeva a Linx doveva essere un mago del computer. Oggi chiunque può beneficiare di questo incredibile sistema operativo.

Di programmi ce ne sono di tutti i tipi e per tutte le esigenze, direttamente scaricabili da “Ubuntu software Center” con un semplice click. Tutti i programmi, come il sistema operativo, sono naturalmente gratuiti.

In allegato all’articolo c’è un piccolo video di scarsa qualità che mostra i due principali ambienti grafici di Ubuntu, l’ambiente Debian (quello tipico di Ubuntu) e l’ambiente KDE che viene usato da Kubuntu. Noi di Secondo Protocollo usiamo quasi tutti il secondo con, però, un piccolo trucco: installiamo Ubuntu con l’ambiente grafico Debian, sicuramente più stabile e più compatibile con tutti gli elementi dei vari computer, e poi, una volta installato tutti i pacchetti che ci servono, installiamo l’ambiente grafico KDE nella versione “minimal”, mantenendo cioè tutte le qualità di Gnome con l’aggiunta delle bellissime qualità grafiche di KDE. All’inizio di ogni sezione di lavoro è comunque possibile scegliere se lavorare in ambiente grafico Gnome o KDE.

Non starò ad elencare tutte le qualità tecniche del nuovo Ubuntu 10.04 Lucid Lynx, questo lo lasciamo fare ai siti specializzati, vorrei solo sottolineare il fatto che uso questa distribuzione dalla Alpha 1 e non ho mai avuto problemi di stabilità. Vi invito quindi a provarla, magari senza installarla direttamente, usando il live CD. Ne rimarrete folgorati. Ricordo anche che Ubuntu può essere installato anche insieme ad un altro sistema operativo (magari quello di quella casa di Redmond) con estrema facilità da tutti. L’installer è davvero semplice e intuitivo.

Personalmente penso che con questa nuova distribuzione Ubuntu abbia ampiamente superato la concorrenza a pagamento con tutti i vantaggi di sicurezza che garantisce un sistema basato su Linux (immune da virus, stabilità incredibile, basso consumo di risorse). Se avete un vecchio computer con poche risorse, lo potete portare a nuova vita installando Ubuntu o una distribuzione minore (Xubuntu se il computer ha meno di 512 Mb di ram). Se invece avete un computer di nuova generazione potrete fare cose incredibili che, con altri sistemi operativi, potete solo sognare.

I sistemi open source stanno facendo passi da gigante in tutto il mondo. Nei Paesi poveri, dove è quasi proibitivo acquistare una licenza di Win… grazie a Ubuntu si sta largamente diffondendo il concetto di open source riducendo notevolmente il divario tecnologico tra nord e sud del mondo. In questo momento centinaia di computer con Ubuntu installato stanno solcando la rete dall’Uganda, dal Sudan, dal Congo, dall’Etiopia, dallo Zambia e da altri paesi poveri, il tutto senza spendere un euro. Lucid Lynx è l’ultimo prodotto, il migliore sotto tutti gli aspetti. Questo non potrà fare che bene alla lotta per ridurre il digital divide tra paesi ricchi e paesi in via di sviluppo. Ben arrivato Ubuntu 10.04.

Elisa Arduini

{filelink=2}

[vimeo]http://www.vimeo.com/11184370[/vimeo]

Comments are closed.