Ultima ora: navi iraniane in rotta verso Gaza. Teheran sfida Gerusalemme

A renderlo noto è stata la radio di Stato iraniana ripresa oggi dalla Reuters: ieri, domenica 13 maggio, una nave carica di materiale destinato alla Striscia di Gaza ha salpato le ancore diretta verso Gaza allo scopo di forzare il blocco. A bordo vi sono un certo numero di “attivisti” della Iran’s Society for the Defense of the Palestinian Nation, una associazione iraniana che ha gli stessi scopi della famigerata IHH turca.

Una seconda nave partirà venerdì prossimo e ogni settimana, secondo quanto riferisce alla radio iraniana un membro della Iran’s Society for the Defense of the Palestinian Nation, ne partirà una. Alla richiesta di formare un equipaggio di volontari per forzare il blocco di Gaza hanno risposto oltre 100.000 iraniani, in gran parte membri del corpo dei basji.

Al momento in cui scriviamo è solo la Reuters a riportare questa notizia e non si trovano conferme da altre fonti. Tuttavia riteniamo che la notizia possa essere fondata. Secondo Protocollo sta seguendo con molta apprensione quanto avviene in Iran. Oltretutto da tempo stiamo monitorando le attività della Iran’s Society for the Defense of the Palestinian Nation, una associazione che si definisce “agganciata” alla Mezza Luna Verde iraniana ma che in effetti, come la turca IHH, nasconde ben altre finalità e ben altri obbiettivi da quelli “umanitari”.

Nei giorni scorsi Hamas ha fatto sapere di non gradire la provocazione iraniana. Nonostante questo il regime iraniano ha deciso di proseguire in questa vera e propria sfida a Israele che potrebbe portare ad un vero e proprio conflitto armato. Altre news appena possibile.

Secondo Protocollo

Recently Published Stories

Medio Oriente: gli errori di Obama, la follia di Trump

Quello che sta avvenendo in Medio Oriente nelle ultime settimane è qualcosa di molto serio, complesso e pericoloso, qualcosa che non avrebbe bisogno dell’afasia di Trump che sta consegnando la regione nelle mani di Putin

Tal Flicker

Vietare le manifestazioni sportive nei paesi arabi

Quanto successo all’atleta israeliano negli Emirati Arabi Uniti è qualcosa di gravissimo, come gravissimo è il silenzio delle “democrazie” occidentali di fronte a questo affronto allo sport oltre che a una intera nazione

Trump, l’uomo che ci sta “twittando” verso l’ignoto

Bisogna uscire dalla logica che “siccome Obama è stato un pessimo presidente quello che fa Trump va tutto bene” perché non è affatto così. Trump rischia di essere peggio di Obama

corruzione in italia

Ma siamo sicuri che il problema è l’immigrazione e non mafia, corruzione e ingiustizia sociale?

Per stare dietro al pur serio problema rappresentato dalla immigrazione clandestina di massa rischiamo di perdere di vista i veri problemi del Paese, cioè mafia, corruzione e ingiustizia sociale

mogherini

Il Diritto secondo la Mogherini

Mogherini docet: «il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha molti poteri, ma non quello

kurdistan trump

Trump tradisce vergognosamente il Kurdistan. Tutto chiacchiere e distintivo

Se il tradimento di Trump nei confronti dei curdi lo avesse fatto Obama a quest’ora sarebbe stato seppellito dalle critiche. Invece con Trump tutti vergognosamente zitti

Ultima ora: navi iraniane in rotta verso…

by Franco Londei tempo di lettura: 1 min
1