Opinioni

Home Blog Opinioni

Le sfilate della sinistra sulla Diciotti fanno solo bene a Salvini

Parliamoci chiaro, quello che sta facendo Salvini con la Diciotti è una brutta cosa, a prescindere dal fatto che siano o meno persone che hanno diritto alla protezione internazionale. Non so nemmeno se sia una cosa legale visto che tecnicamente quelle persone sono già sul suolo italiano dato che la nave Diciotti è da considerarsi a tutti gli effetti territorio italiano.

Dove l’Islam si diffonde, la libertà muore. Sharia illegale in Europa

Questa mia riflessione nasce da un lungo colloquio via Skype con un giornalista e scrittore spagnolo che conosco da anni, una brava persona che però a mio avviso ha una visione di quello che sta accadendo in Europa piuttosto sbagliata, direi talmente buonista da risultare persino stucchevole in alcuni punti, specie per quanto riguarda quella che io chiamo “invasione islamica” che lui non solo non vede ma è convinto che sia un bene perché “è il segno dei tempi”, insomma, una sorta di modernizzazione in chiave islamica.

I terroristi islamici ci ammazzano e noi continuiamo a minimizzare

terroristi-islamici-vaticanoPrima hanno (re)iniziato ad ammazzare gli ebrei e il mondo ha minimizzato. Non hanno avuto nemmeno il coraggio di pronunciare la frase “terrorista islamico” preferendo i vari “lupo solitario” o addirittura “pazzo esaltato” per indicare gli assassini di ebrei. Adesso hanno iniziato ad ammazzare anche noi cristiani e ancora continuano a minimizzare.

Migranti: la politica dell’accoglienza responsabile delle stragi

Questa mattina l’ennesima stage di migranti nel Canale di Sicilia. Oltre 50 morti a Lampedusa e nel momento in cui scrivo non è finita. Sembra che a bordo del gommone ce ne fossero 500 (notizia ANSA) tra i quali tantissimi bambini, donne incinta ecc. ecc. Una tragedia quasi senza precedenti, una strage di innocenti che non può lasciarci impassibili e che deve farci riflettere su chi abbia la responsabilità di tutto questo.

Quel curioso silenzio dei pacivendoli sull’Ucraina

Dunque vediamo: 5.000 morti, migliaia di feriti, intere città distrutte, colpi di artiglieria sugli ospedali, civili come target legittimo. Questa è l’Ucraina oggi nel messo di una guerra di aggressione da parte della Russia. Pacivendoli? Non pervenuti. Nessuna bandiera russa bruciata, nessuna manifestazione, niente interrogazioni dei parlamentari grillini o sinistri (o almeno non che io sappia e comunque nulla di convincente). Condanne dalla Commissione dei Diritti Umani dell’Onu? Niente di niente. Commissioni di inchiesta? Ma figuriamoci.

Ragazze rapite in Siria: quante stupide e inutili polemiche

Ho già scritto in passato di Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, le due ragazze italiane rapite in Siria mentre cercavano di portare aiuto e già in passato avevo detto che le polemiche da “leoni da tastiera” della serie “lasciamole li così imparano” mi sembravano proprio fuori luogo, un concetto che ribadisco oggi dopo aver dato una guardata veloce ai social media in seguito alla comparsa di un video che le ritrae (per fortuna) ancora vive.

A prescindere che uno può non essere d’accordo con le scelte fatte da Greta Ramelli e Vanessa Marzullo (e io sono tra questi), mi sembra francamente di assistere all’ennesimo capitolo della saga tutta italiana del tifo da stadio secondo la quale uno o sta da una parte oppure sta dall’altra. Non stiamo parlando di due bambole di pezza, stiamo parlando di due ragazze italiane (io le definirei ragazzine) che seguendo una idea, giusta o sbagliata che sia, si trovano in gravissimo pericolo. Potrebbero essere le figlie di chiunque. Eppure leggo che c’è una foltissima schiera di persone che le vorrebbe abbandonare al loro destino, altri che dicono “prima i marò”, che poi mi dovrebbero spiegare il nesso tra la storia dei due marò e quella delle due ragazze rapite in Siria. Credo che alla Farnesina siano in grado di seguire tutte e due le storie contemporaneamente ben sapendo che sono due storie completamente diverse.

Non lo so, mi sembra francamente che si sia persa ogni idea di umanità. Cosa facciamo, le condanniamo a morte perché sono andate ad aiutare i musulmani? Beh, lasciatemi dire che è una stronzata megagalattica, e lo dice uno che i musulmani non li ama per niente. Ci si chieda piuttosto chi le ha mandate in Siria in bocca ai terroristi, ci si chieda se questo signore ha qualche responsabilità e si agisca di conseguenza. Ma le due ragazze devono essere riportate a casa.

Il paradosso è che molto spesso chi scrive sui social media che “devono essere lasciate in mano ai sequestratori” sono gli stessi che ogni giorno scrivono contro l’immigrazione e che il Governo non pensa agli italiani, pensiero legittimo per carità, ma scusate, Greta Ramelli e Vanessa Marzullo non sono forse due ragazze italiane?
Sarà che io sono abituato con gli israeliani che non lasciano mai indietro nessuno, neppure i morti, e quindi mi fa specie leggere in certe bacheche frasi di questo tipo, mi sembra un paradosso, ma questo è internet, il web delle stupide polemiche.

Mogherini contro Israele. Renzi tace (e acconsente)

Lo dico sinceramente, non mi ha stupito la decisione della Mogherini di prendere posizione contro Israele aderendo (e facendoci aderire l’Italia) al boicottaggio delle aziende israeliane nei territori contesi. La nostra Ministra degli Esteri ha ampiamente dimostrato come la pensa e da che parte sta. La cosa che mi ha meravigliato è il silenzio/assenso di Renzi.

I muri da abbattere sono solo quelli culturali

Nei giorni scorsi è stato l’anniversario della caduta del muro di Berlino (ne ho parlato qui) e non sono mancati i riferimenti (immancabili) al muro difensivo eretto da Israele per fermare gli attacchi terroristici dei terroristi palestinesi. Tutti naturalmente a chiedere che quel muro venisse abbattuto che sarebbe un po’ come dire ai terroristi “prego accomodatevi”. Nessuno che abbia proferito una parola di condanna per i vili attentati terroristici di cui è vittima Israele oppure qualcuno che abbia ricordato quando gli autobus israeliani saltavano in aria come birilli. Nulla di tutto questo.

Ma quale resistenza iraniana?

resistenza-iraniana-pmoi

Leggo oggi su Informazione Corretta una nota della redazione dove si lamenta che la resistenza iraniana rappresentata dai Mujaheddin del Popolo non sarebbe adeguatamente supportata dall’occidente. Nei fatti si capisce che su Informazione Corretta reputano il PMOI (o Mujaheddin del Popolo iraniano) la vera e unica resistenza iraniana.

Immigrati e razzismo: la censura di SEL si abbatte su chi denuncia i crimini degli immigrati

immigrati

La mannaia della censura, alla faccia della democrazia, si abbatte su chi denuncia i crimini degli immigrati in Italia. Con una interrogazione parlamentare alcuni deputati di SEL vogliono far chiudere il sito internet “tuttiicriminidegliimmigrati” in quanto secondo la contorta mentalità dei post-comunisti, inciterebbe all’odio razziale.

1,587FansLike
629FollowersFollow
112FollowersFollow

Ultimi articoli

I conti in tasca a Salvini. Perché non è il “padrone...

Davvero il popolo è con Salvini? Davvero «60 milioni di italiani» pendono dalle sue labbra e gli chiedono di «fare le cose» come ama...