Opinioni

Home Blog Opinioni Page 39

25 aprile violato e umiliato da fanatici filo-palestinesi

25-aprile-gran-muftì-gerusalemme-hitler

Cosa ci fanno le bandiere palestinesi nel corteo del 25 aprile a Roma e a Milano? E perché a Cagliari un gruppo di arabi e filo-arabi ha attaccato i membri della Associazione Sarda Memoriale della Shoah? Cosa ci fanno nelle manifestazioni del 25 aprile i sostenitori di un gruppo che durante la seconda guerra mondiale sostenne i nazisti? Questo si che è violare e insultare la memoria del giorno della liberazione, altro che le dichiarazioni di Grillo.

Buonismo sinistro: i terroristi di Boston da carnefici a vittime

Boston-Bomb-boston3

E’ roba da matti. Come facciano a essere così ipocriti certi giornalisti sinistri è una cosa che davvero mi rimane difficile da comprendere. Sull’attentato di Boston nel volgere di poche ore sono passati dalla “pista interna” (poi smentita dai fatti) alla pietà per i “poveri terroristi” vittime del sistema.

Attentato Boston: li hanno presi e guarda caso sono estremisti islamici

attentato-boston-presi

Nei giorni scorsi dopo il mio articolo del 17 aprile nel quale criticavo i media di sinistra per la loro tendenza ad amare i terroristi islamici e a escludere che l’attentato di Boston fosse da collegare all’estremismo islamico, sono stato da più parti accusato di essere io stesso un “estremista”.

Islam e media di sinistra italiani: disinformazione e informazione taciuta

informazione-italia-autocensura

Questa mattina su Israele sono piovuti di nuovo missili ma sulla “grande” stampa di sinistra non c’è traccia di questa notizia. Ieri un attentato scuoteva Boston e da allora dall’Unità a Repubblica è stata una gara a chi cercava di esclude che a compiere l’attentato di Boston fosse stato un commando islamico. Tutti a cercare la “pista interna”.

Gli islamici amano Hitler: “un angelo trasformato in demonio”

hitler-nazi-islam

Che l’islam fosse vicino all’ideologia nazista lo sapevamo già. Sapevamo pure che durante il periodo nazista molti leader islamici si schierarono apertamente al fianco di Hitler. Ma che i cosiddetti “palestinesi” onorassero ufficialmente Hitler come un “angelo” e che nessuno osi dire nulla è davvero scandaloso.

L’insopportabile arroganza di Travaglio

Travaglio

Una premessa: il sottoscritto è l’ultimo che si può arrogare il diritto di criticare qualcuno essendo io un campione di difetti da fare invidia a Belzebù. Detto questo, quello che nonostante i miei molti difetti non sopporto è l’arroganza di chi, credendo di essere “puro”, si eleva al di sopra degli altri criticando e sparando sentenze senza possibilità di appello.

Marò: se la verità ha valore abbiamo il Diritto di saperla. Lettera aperta al Ministro Terzi

maro-terzi

Carissimo Ministro degli Affari Esteri, Giulio Terzi, ieri si chiedeva sulla sua pagina Facebook se “la verità ha valore”. Oggi andrà alla Camera dei deputati per riferire sul caso marò. Ci aspettiamo da lei tutta la verità, quella vera.

Islam violento: la sindrome di Stoccolma dei cristiani

islam-violento

Se ne parla poco dalle nostre parti. Troppo impegnati con Grillo, Bersani, Berlusconi, Ruby Rubacuori, il Papa e la crisi. Ma in giro per il mondo c’è chi ha ben altri problemi da risolvere. Sono i cristiani che vivono nei Paesi islamici, fedeli che ogni giorno rischiano di essere ammazzati, scannati solo per la loro fede che non è quella islamica.

Hugo Chavez: il culto del complotto

Hugo Chavez è morto e di certo non ne sentiremo la mancanza. Ma quello che veramente ci mancava era un bel complottone in stile Mossad/CIA sulla falsariga di quello inventato di sana pianta per la morte di Arafat. Oscuri agenti segreti che avvelenano il povero terrorista per toglierlo di mezzo.

Quando l’inefficienza dei servizi sanitari non dipende dai tagli

diritto alla salute

Alla cortese attenzione del Direttore Sanitario, ASUR Marche 1

Non sempre l’inefficienza dei servizi sanitari dipende dai tagli alla Sanità pubblica. Prendiamo per esempio il sistema adottato dalla ASUR Marche 1 (Pesaro) per le visite dei pazienti colpiti da gravi malattie neurologiche (sclerosi multipla ecc. ecc.). Il sottoscritto, malato di sclerosi multipla progressiva, per effettuare una visita medica di controllo non può telefonare (come fanno tutti) al centro prenotazioni ma devo recarmi personalmente allo sportello e prenotare la visita. Peggio ancora nel caso di visita urgente, che generalmente va effettuata in 24 ore. Infatti anche nel caso di visita urgente mi devo recare presso lo sportello del centro prenotazioni e prenotare una visita che, in questo caso, mi verrà concessa in 24/36 ore. In qualunque caso per farmi visitare da un medico devo andare di persona allo sportello, prenotare una visita e poi tornare, magari il giorno dopo nel caso di urgenza, per farmi visitare. Ora, per me che non posso guidare e che vivo a 50 Km dall’ospedale questo non solo è una croce, ma mi impedisce letteralmente di avere accesso ai quei servizi che invece mi sarebbero dovuti. E’ chiaramente una palese violazione del mio Diritto all’assistenza sanitaria e alla salute. E per favore non mi si venga a dire che tutto questo dipende dai tagli alla sanità pubblica, perché non ha niente a che fare con i tagli. Mi sembra piuttosto l’ennesimo cavillo burocratico che va a pesare sulle persone malate e, come nel mio caso, disabili.

1,596FansLike
629FollowersFollow
113FollowersFollow

Ultimi articoli

Sclerosi Multipla: attenti ai ciarlatani e ai venditori di sogni impossibili

Purtroppo mio malgrado sono costretto a tornare su un argomento che ogni volta che lo tratto mi fa salire la pressione a mille: quello...