Il ritorno legale di nazismo e fascismo in Italia

fascismo-nazismo-roma

E ci definiamo “Paese civile”. Come possiamo essere un Paese civile se non riusciamo nemmeno a far rispettare le nostre leggi? E’ così ed è sotto gli occhi di tutti. Ieri a Roma è andata in onda una vera apologia del fascismo nel più totale disinteresse delle forze dell’ordine che, anzi, hanno protetto come si deve la manifestazione.

Teatro del reato in diretta che ha sancito di fatto il ritorno alla legalità del nazi-fascismo è stata la manifestazione organizzata da Forza Nuova presso l’Hotel Pineta di Roma dove si sono dati appuntamento il peggio dei partiti dell’ultra-destra europea. Oltre a Forza Nuova c’erano i greci di Alba Dorata,  gli inglesi del British National Party, gli spagnoli del Democracia National e non potevano mancare i tedeschi del Partito Nazionaldemocratico. Insomma, la creme della creme del nazi-fascismo europeo.

Naturalmente gli slogan contro l’Europa e, naturalmente, contro le banche ebraiche che controllano l’economia mondiale, si sono sprecati. Si è andati da affermazione del tipo «l’attacco alle nostre nazioni è deciso da sionisti e capitalisti» ad assurdità del tipo «quando in Spagna c’era Franco la Spagna era una potenza mondiale». Naturalmente saluti nazisti e fascisti a go go.

Ma non mi interessa francamente fare la cronaca di questa squallida messa in scena nazi-fascista (mancavano Leghisti e Grillini e il quadro sarebbe stato veramente completo), mi interessa invece sapere come sia possibile autorizzare una manifestazione del genere in uno Stato dove esiste il reato di apologia del fascismo. Oppure è stato cancellato senza dire nulla?

Dobbiamo dedurre che il nazismo e il fascismo siano tornati legali in Italia? Dobbiamo aspettarci bandiere  con il fascio o con la svastica in Parlamento? Già abbiamo Lega e M5S che si avvicinano moltissimo a questa ideologia ma almeno stanno attenti a non fare apologia del fascismo. Ora cosa facciamo? Autorizziamo pure l’apologia?

Non lo so, ma a me sembra che questo Paese stia veramente andando verso la deriva totalitaria. Possibile che la destra e la sinistra progressiste se ne stiano completamente zitte? Possibile che nessuno (e dico nessuno) si chieda se una manifestazione del genere (che immagino sarà stata autorizzata da qualcuno) sia legale o meno?  Insomma, una destra e una sinistra normale hanno un futuro oppure no? Forse è il caso di iniziare a chiedercelo.

  1. Con Nazismo, Fascismo e Islam siamo messi bene… che brutto periodo. Ma c’è mai stato un periodo tranquillo per l’umanità?

  2. Concordo con le tesi dell’articolo. A questo proposito mi viene in mente un ricordo autobiografico.

    Un certo leader studentesco ,rispondendo a una domanda, sostenne in una assemblea studentesca di molti anni fa che una certa legge sui piani di studio universitari poteva benissimo non essere applicata alla lettera, perché in realtà l’ applicazione delle leggi dipende dai rapporti di forza.
    Io ero lo studente che aveva fatto la domanda e rimasi stupito.
    Devo dire però che in seguito mi accorsi che quel leader in fondo aveva avuto ragione.
    Non una ragione di diritto, ma una ragione di fatto.
    Non solo, ma mi accorsi in seguito anche di altre realtà:
    che per esempio la Verità non é di questo mondo, mentre altre cose tipo la narrazione storica ,la scienza nella sua progettazione e utilizzazione e tante altro dipendono in buona misura da certi rapporti di forza.
    E’ chiaro che pure lo Stato soggiace alla stessa logica:
    per esempio con la mafia e adesso con queste tristi novità, che però dovrebbe essere meno difficile combattere.

    1. E infatti questi nazisti-fascisti sono FORTISSIMI! Uuuuuuh quanto sono forti! Che pericolosi che sono! Ma guardatevi intorno e svegliatevi una buona volta, capite che il nazismo di oggi è questa dittatura capitalistica globale che ci sta distruggendo. E lasciate che ognuno esprima le proprie idee, a 70 anni,…dico 70 anni, dalla fine di fascismo e nazismo!!!

      1. E’ vero che l’evoluzione economica del pianeta ci sta impoverendo a vantaggio di altre aree, ad opera di meccanismi di mercato che lei chiama “dittatura capitalistica globale.”
        Per carità l’espressione può anche andare bene , a patto che il suo carattere evocativo non evochi troppo una ideologia che tutto interpreta senza spiegare nulla né dare soluzioni.
        Non pochi altrove stanno meglio di prima.
        Noi invece stiamo peggio e certamente dobbiamo cercare di star meglio.
        Non mi sembra però una buona idea richiamarsi a modelli nazifascisti di pensiero e organizzazione che si spera davvero siano morti definitivamente settant’anni fa e che non riappaiano neppure in una versione “aggiornata”.
        Anche se vero che il nazismo e il fascismo fecero fare dei progressi economici- però temporanei e a quale prezzo!- ai Paesi che li adottarono.
        Non mi sembra neppure una buona idea sottovalutare in un periodo di crisi come l’attuale il fenomeno “nostalgia” di queste organizzazioni, che non portano, nella migliore delle ipotesi, da nessuna parte.
        Si faccia venire un’idea migliore.
        Migliore anche dell’idea del comunismo.
        Se non altro per la sua irrealtà.

  3. Il punto è proprio questo, il rapporto di forza. Questi vanno fermati adesso prima che diventino troppo forti

    1. Uh che paura che mi fanno!! Invece la dittatura capitalistica, il vero nazismo di oggi, in cui siamo immersi dalla testa ai piedi, compreso il cervello, quella no, non fa paura. Ma non vi rendete conto di quanto siete fuori dalla realtà?!

  4. Sconcertato per questo articolo totalmente farneticante. Fascismo e nazismo sono definitivamente morti da 70 anni. E ancora si riesumano quando si deve criminalizzare qualche formazione politica non gradita. Ognuno ha diritto di esprimere le proprie idee!
    NAZISTA è chi questo vuole impedire, come lei!
    Assimilare poi addirittuta M5S e Lega al nazismo è davvero troppo.
    Lei sì, tra tutti questi, è colui che più si avvicina all’ideologia nazista.
    Lei professa l’antifascismo in nome di un FASCISMO DI FATTO che rappresenta benissimo. E’ proprio inaudito.
    E glielo dice un comunista da sempre. Ma che ritiene che la democrazia e la libertà di opinione, non solo di chi la pensa come noi, siano valori sacri e intangibili, al di là di qualsiasi legge o costituzione.

  5. Evidentemente Marco Zorzi delira oppure è in crisi di astinenza, una delle due… Ha pure il coraggio di domandarsi in che mondo viviamo… Poveretto, se non altro perché non si rende conto che a vivere in un’altra GALASSIA è proprio lui. Patetica poi, la sua apologia dei grullini, del resto c’era da aspettarsela. Il M5S rappresentano il moderno messia o vitello d’oro, dipende dalle prospettive. Marco Zorzi è un devoto dei nuovi portatori di salvezza, bene, buon per lui, affar suo. Sennonché, senza tema del ridicolo, invoca “libertà di opinione” a proposito di nazismo e fascismo (che a suo dire, pover’uomo, sarebbero definitivamente morti 70 anni fa), ed al contempo lancia i suoi strali a chi osa criticare i divini salvatori della patria grullini … Eh sì, è proprio questo genere di personaggi nazi-comunisti-complottisti che al giorno d’oggi ci tocca sorbire…

I commenti sono chiusi.