Rohani: Israele un corpo estraneo da estirpare. Ma che bel moderato

hassan-rohani

«Israele rappresenta una vecchia ferita che va mondata, un corpo estraneo da estirpare». A leggere queste parole uno crede di essere di fronte all’ennesima porcheria di Ahmadinejad, invece a pronunciare questa frase, che è la dettatura di una linea politica, è stato il “moderato” (per l’occidente) Hassan Rohani, neo presidente iraniano.

Come dice Netanyahu, nulla di nuovo, Hassan Rohani ha solamente mostrato il suo vero volto prima del previsto, il volto di colui che a dispetto delle stupide aspettative occidentali è tutt’altro che un moderato ed è più che mai intenzionato a distruggere Israele e per far questo a dotarsi di armi nucleari. Punto. Fine dei discorsi. La Ashton e tutti i burocrati falsi e ipocriti se ne possono tornare a casa loro, tanto in Iran non cambia nulla.

Spero che le parole di Hassan Rohani arrivino forti e chiare a Washington e a Bruxelles, ma soprattutto spero che arrivino chiare alle orecchie di Gerusalemme. Spero che in Israele non si siano illusi di poter risolvere la questione iraniana con le buone e che provvedano al più presto a dare una adeguata risposta a Rohani e agli Ayatollah.

Questi le parole non le capiscono, intendono solo la loro stessa lingua che è quella della guerra. Netanyahu ne tragga le giuste considerazioni.

Zeen is a next generation WordPress theme. It’s powerful, beautifully designed and comes with everything you need to engage your visitors and increase conversions.