Lodo Moro: una vergogna indelebile forse ancora attuale

Il Lodo Moro, l’accordo cioè tra lo Stato Italiano e l’Organizzazione per la Liberazione della Palestina (OLP) che mise al riparo l’Italia da attacchi terroristici di matrice palestinese in cambio della possibilità per i terroristi palestinesi di usare il territorio italiano come base logistica, è una vergogna indelebile che purtroppo ciclicamente torna a galla e non è escluso che sia ancora attuale con ISIS.

Noi non siamo come i musulmani, per questo perderemo

Noi non siamo come loro, come i musulmani, proprio per questo siamo destinati a soccombere. Ieri a Gerusalemme un attentatore musulmano (basta chiamarli “palestinesi”, sono tutti di una razza) ha compiuto l’ennesima strage usando un camion lanciato sulla folla uccidendo quattro giovanissime reclute israeliane.

Siria: il peccato originale si chiama Obama

La Siria non è diventata un enorme campo di battaglia per caso ma perché proprio sulla Siria Barack Obama aveva riposto tutte le sue speranze di veder trionfare la Fratellanza Musulmana in Medio Oriente. Solo che ha clamorosamente sbagliato i suoi calcoli e se oggi la Siria è quel campo di battaglia che vediamo, se oggi in Siria ci sono Putin e gli Ayatollah iraniani la colpa è solo di Obama.

Quella incomprensibile idolatria per Putin

Confesso che mi rimane difficile capire i motivi per i quali una buona fetta di italiani siano rimasti abbagliati dalla figura di Putin. Dalla estrema sinistra alla estrema destra passando per alcune forze cosiddette “moderate” il mito del Putin liberatore del mondo (a vario titolo e a seconda del quadro) imperversa nella rete e in alcuni giornali.

Se l’ISIS rovina i piani della Fratellanza Musulmana

La strage di Parigi rischia di diventare un boomerang per l’estremismo islamico travestito da Islam moderato. L’attacco del ISIS alla Francia ha scatenato una serie di reazioni da parte di coloro che da mesi avvisano della infiltrazione jihadista in Europa e in particolare tra i cosiddetti “profughi” che stanno realisticamente mettendo in dubbio le cosiddette “politiche dell’accoglienza” portate avanti da molti Stati europei (Italia in primis).

Orgasmo da Putin contro ISIS. Ma è eiaculazione precoce

Devo dire che a dispetto del fatto che Putin non mi piaccia per niente, per lo meno qualcuno si decide a combattere l’ISIS come si deve. O no? Boh!!! I primi giorni dopo l’annuncio che Putin avrebbe combattuto l’ISIS è stato questo più o meno il mio pensiero. Poi la mia follia sionista ha cominciato a corrodere la mia (già bacata) mente e, complice una forzata immobilità che mi ha portato a vedere decine e decine di TG di ogni tipo, la mia idea sull’intervento di Putin in Siria è leggermente cambiata.

Caro Obama, hai scatenato una guerra

Caro Obama, ti ringraziamo sentitamente per aver scatenato una guerra che sarà senza precedenti in Medio Oriente. Perché, caro Obama, l’accordo sul nucleare iraniano che tu e gli altri idioti state spacciando per un “accordo storico” non farà altro peggiorare ulteriormente una situazione già di suo drammatica.

Bambini ISIS assassini: ipocrita indignazione

Ma quanto saranno ipocriti i media occidentali che si scandalizzano per il video diffuso dal ISIS nel quale si vedono dei bambini armati giustiziare dei prigionieri? Cosa c’è da scandalizzarsi? Hamas lo fa da anni, li addestra addirittura nelle scuole dell’Onu e li alleva con la mentalità che uccidere chi non la pensa come te, soprattutto se è ebreo, sia una cosa giusta.