Tag

aiea

Browsing

Ieri ho avuto modo di leggere l’intervento del premier israeliano, Benjamin Netanyahu, sulla riunione dei Paesi non allineati riportato da Ynet.com. Ebbene, credo che mai come ora Netanyahu abbia profondamente ragione, sia sulla “non reazione” della comunità internazionale ai discorsi antisemiti e genocidi degli Ayatollah iraniani sia, soprattutto, sulla questione del nucleare iraniano.



Seguire l’esempio iraniano. Sembra essere questo il nuovo mantra dei regimi arabi sul nucleare. D’altra parte visto come l’Agenzia Atomica Internazionale (AIEA) ha gestito e sta gestendo la questione del nucleare iraniano, non c’è da meravigliarsi. Adesso ogni dittatore del pianeta che la mattina si alza con il piede sbagliato vuole un reattore nucleare.

Ma che bello….. La conferenza di Revisione del Trattato di Non Proliferazione Nucleare (Tnp) ha finalmente deliberato. E’ un evento storico, perché negli ultimi anni non c’era mai riuscita. D’altra parte è più che normale che un organismo che dipenda da quel baraccone che è attualmente l’Onu non riesca a deliberare. Quello che però ha deliberato la suddetta conferenza è un regalo all’estremismo islamico e ai nemici della democrazia. E questo è un fatto.

Secondo fonti di intelligence tedesca, sempre ben informate sui fatti che avvengono in Iran, i tecnici iraniani avrebbero testato con successo una detonazione nucleare in laboratorio. L’esperimento, che dimostra una certa evoluzione dei tecnici nucleari iraniani, serve a evitare una detonazione sotterranea senza che prima siano stati testati gli inneschi e di solito precede il vero e proprio test nucleare sotterraneo.