Caccia F-35 israeliani sorvolano non visti l’Iran. Pronte le nuove bombe antibunker

f 35 israele
I caccia israeliani hanno eluso più volte i radar iraniani e russi. Pronte anche le nuove bombe antibunker “Adir”

I caccia avanzati di quinta generazione F-35 dell’aviazione israeliana sono penetrati più volte nello spazio aereo iraniano negli ultimi due mesi, secondo quanto riportato dal media saudita Elaph. Secondo il rapporto, sia i radar iraniani che quelli russi non sono riusciti a localizzarli.

Secondo il sito di notizie, Israele e gli Stati Uniti hanno condotto esercitazioni su larga scala nel Mar Rosso per simulare un attacco aereo e marittimo all’Iran e il sequestro di navi iraniane nel Mar del Golfo. Le esercitazioni fanno parte di una serie di esercitazioni condotte dai due Paesi sia segretamente che pubblicamente per prepararsi a colpire i siti nucleari iraniani.

Israele sta preparando la sua flotta aerea – tra cui spiccano gli F-35 – per essere pronta nel caso di un Iran nucleare, in particolare aggiornando i jet in modo che non necessitino di rifornimento in volo.

L’IAF ha recentemente integrato nell’arsenale delle armi utilizzate dagli F-35 una nuova bomba da una tonnellata (nota nell’IAF come “Adir”) che può essere trasportata all’interno del compartimento armiero interno dell’aereo senza compromettere la sua traccia radar stealth.

Negli ultimi mesi l’IDF ha tenuto esercitazioni indipendenti e congiunte con altri Paesi.

Secondo il rapporto, la Marina israeliana ha rafforzato anche la sua presenza al largo delle coste del Libano e nel Mar Rosso.

Una fonte araba ha dichiarato a Elaph che le esercitazioni congiunte tra Stati Uniti e Israele dimostrano che Israele riceverà sostegno e assistenza se colpirà le strutture iraniane anche dopo l’eventuale raggiungimento di un accordo con Teheran a Vienna. La fonte ha aggiunto di non escludere lo scoppio di un conflitto tra Israele e Iran a breve.

La notizia giunge sulla scia dell’acuirsi delle tensioni con l’Iran e del testo finale dell’accordo sul Piano d’azione congiunto globale. Negli ultimi giorni, l’Iran ha chiesto di chiudere l’indagine aperta dall’Agenzia internazionale per l’energia atomica sui suoi siti di uranio arricchito.

Mercoledì il Primo Ministro Yair Lapid ha dichiarato che il Presidente degli Stati Uniti Joe Biden non rispetterà il suo impegno di impedire all’Iran di ottenere un’arma nucleare se aderirà all’accordo sull’Iran nella sua forma attuale.

Capo del Mossad: «il nuovo accordo con l’Iran è un disastro strategico»

Dedi Barnea afferma che, dopo le bugie dell'Iran, la firma dell'accordo non ha senso; afferma che la ripetizione dell'accordo del 2015 arriva dopo che l'Iran ha sviluppato centrifughe avanzate che cambiano le capacità tecnologiche e militari iraniane; afferma che il Mossad continua a impegnarsi per impedire l'Iran nucleare

You May Also Like