Sociale

Le conseguenze nascoste della pandemia: 1,5 milioni di bambini senza genitori o careviger

Tra le tante nefaste conseguenze nascoste della pandemia ci sono 1,5 milioni di bambini rimasti senza più nessun adulto che possa badare a loro

Lug 21, 2021

Le conseguenze nascoste della pandemia: 1,5 milioni di bambini senza genitori o careviger

Circa 1,5 milioni di bambini hanno perso un genitore, un nonno o un caregiver primario a causa del Covid-19, secondo la stima di un nuovo studio.

La ricerca, pubblicata sulla rivista medica The Lancet, ha rilevato che più di un milione di bambini in tutto il mondo hanno subito la morte di uno o entrambi i genitori durante i primi 14 mesi della pandemia, mentre un altro mezzo milione ha subito la morte di un nonno che si prendeva cura della propria casa.

I risultati suggeriscono che almeno 1.134.000 bambini hanno subito la morte della madre, del padre o dei nonni affidatari a causa del Covid-19.

Di questi, circa 1.042.000 hanno perso la madre o il padre o entrambi.

Complessivamente, si stima che 1.562.000 bambini abbiano subito la morte di almeno un genitore o di un nonno affidatario (o di un altro parente più anziano).

I paesi che hanno avuto i tassi più alti di bambini che hanno perso membri della famiglia includono Perù, Sudafrica, Messico, Brasile, Colombia, Iran, Stati Uniti e Russia.

Prima della pandemia, c’erano circa 140 milioni di bambini orfani in tutto il mondo.

Le cifre sono state stimate sulla base dei dati sulla mortalità da Covid-19 da marzo 2020 ad aprile 2021 e sulle statistiche nazionali sulla fertilità per 21 paesi. I dati globali sono stati quindi calcolati sulla base delle cifre di questi parametri.

I ricercatori hanno affermato che i bambini che hanno perso un genitore o un caregiver sono a rischio di effetti negativi a breve e lungo termine sulla loro salute, sicurezza e benessere.

La dott.ssa Susan Hillis, uno degli autori principali dello studio e che fa parte del Team di risposta al Covid-19 dei Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie, ha dichiarato: «per ogni due decessi per Covid-19 in tutto il mondo, un bambino si trova ad affrontare la morte di un genitore o di un caregiver».

«Alla data del 30 aprile 2021, 1,5 milioni di bambini erano diventati la tragica conseguenza dei tre milioni di morti per Covid-19 in tutto il mondo, e questo numero non farà che aumentare con il progredire della pandemia».

«I nostri risultati evidenziano l’urgente necessità di dare la priorità a questi bambini e investire in programmi e servizi basati sull’urgenza di proteggerli e sostenerli in questo momento e per continuare a sostenerli per molti anni in futuro».

Il dottor Seth Flaxman, dell’Imperial College of London, ha dichiarato: «le conseguenze nascoste della pandemia, come quella in particolare dell’orfanità sono un’emergenza globale e non possiamo permetterci di aspettare fino a domani per agire».

«Abbiamo urgente bisogno di identificare i bambini dietro questi numeri e rafforzare i sistemi di monitoraggio, in modo che ogni bambino possa ricevere il supporto di cui ha bisogno per crescere in maniera prospera».

Lo studio è stato condotto da ricercatori dell’US Centers for Disease Control Covid-19 Response Team, Imperial College of London, University of Oxford, University of Copenhagen, University of Cape Town, World Health Organization, University College London, Maestral International, l’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale, World Without Orphans, World Bank Group e Harvard Medical School.

Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia