Israele in fiamme: anche Hezbollah usa la tecnica degli incendi come Hamas

Non ci sono dubbi. Il grande incendio che venerdì scorso ha interessato il confine tra Libano e Israele è stato volutamente innescato dai terroristi di Hezbollah che così facendo replicano la tattica usata da Hamas lungo il confine tra Israele e la Striscia di gaza.

Un video diffuso da Channel 12 mostra i terroristi di Hezbollah distribuire inneschi incendiari mentre gli uomini di UNIFIL rimangono praticamente a guardare.

Nel video si notano i terroristi che posizionano gli inneschi che daranno origine a un incendio che a causa del vento si dirigerà poi verso le comunità israeliane di confine e che nel suo percorso farà esplodere anche diverse mine messe a protezione del confine.

Ad essere sfiorate dal grande incendio sono state una base dell’IDF e la comunità di Margaliot che solo grazie al massiccio intervento dei pompieri e di un gran numero di volontari sono state salvate.

Il filmato diffuso da Channel 12 mostra con chiarezza anche i peacekeeper dell’ONU (UNIFIL) camminare tranquillamente vicino ai punti di innesco senza fare nulla per impedire che i terroristi diano alle fiamme l’area.

Il comando dell’IDF ritiene che gli incendi siano stati una sorta di prova generale e che nei prossimi giorni potrebbero ripetersi al fine di distrarre i militari israeliani.

Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia