Tag

hezbollah

Browsing

Un editoriale di Ofra Bengio sul Jerusalem Post di oggi affronta il discorso dell’accordo sulla Siria voluto da Putin e raggiunto con la Turchia e l’Iran. Bengio li definisce “strani compagni di letto” e ne ha ben donde nel definirli in quel modo.

Noi non siamo come loro, come i musulmani, proprio per questo siamo destinati a soccombere. Ieri a Gerusalemme un attentatore musulmano (basta chiamarli “palestinesi”, sono tutti di una razza) ha compiuto l’ennesima strage usando un camion lanciato sulla folla uccidendo quattro giovanissime reclute israeliane.

Premesso che la Mogherini non mi è mai piaciuta sin da quando era stata nominata Ministro degli Esteri italiano, quindi potrei pure essere di parte nel criticare le sue scelte attuali riguardo la politica dell’Unione Europea in Medio Oriente. Ma lasciatemi per un attimo dare fiato alle trombe della critica cercando di non lasciarmi condizionare dall’antipatia che questa donnetta mi provoca.

Confesso che mi rimane difficile capire i motivi per i quali una buona fetta di italiani siano rimasti abbagliati dalla figura di Putin. Dalla estrema sinistra alla estrema destra passando per alcune forze cosiddette “moderate” il mito del Putin liberatore del mondo (a vario titolo e a seconda del quadro) imperversa nella rete e in alcuni giornali.

Nei giorni scorsi ho letto diverse critiche rivolte a Netanyahu a causa del suo viaggio in Russia. Alcuni si chiedevano come poteva il Premier israeliano andare a trattare con chi vende armi all’Iran (e qualcuno ha addirittura detto a Hezbollah e ad Hamas), cioè al maggior nemico di Israele.