Opinioni

Pescatori rapiti in Libia. Davvero sono in mano a Di Maio e Borrell?

Il parlamentare europeo Antonio López-Istúriz White scrive che mentre Josep Borrell in Medio Oriente portava avanti la disastrosa politica della Ashton e della Mogherini, gli americani in soli 72 giorni rendevano “l’isolamento di Israele rispetto al mondo arabo” un fatto obsoleto.

La politica estera europea assomiglia tremendamente a quella italiana, sempre tre passi indietro rispetto agli avvenimenti.

In settori come la politica estera, specie di questi tempi dove riemerge la prepotenza islamica in Libia e nel Mediterraneo, ci vorrebbero dei fuoriclasse a dirigerli. Invece non abbiamo nemmeno le riserve. Josep Borrell e Luigi di Maio. Solo a sentirne i nomi passano i brividi.

I pescatori rapiti in Libia

Che fine ha fatto l’ufficio terzo della Farnesina? Il rapimento dei pescatori italiani non riguarda più l’unità di crisi, o almeno non dovrebbe. Passato il primo momento dovrebbe invece riguardare l’ufficio terzo che ufficialmente sarebbe la Direzione Generale per gli Italiani all’Estero, una volta diretta dalla fantastica dott.ssa Armellin (oggi credo di stanza a Washington).

Oggi sembra essere diretto da Luigi Maria Vignali che non conosco, ma che sono sicuro possa essere all’altezza di portare avanti in maniera adeguata le trattative con i libici, semplicemente perché è il suo lavoro. Non è invece il lavoro dell’Unità di Crisi, più adatta ad intervenire nell’immediato o al limite a fare da appoggio.

Solo che fa più figo parlare di “unità di crisi” piuttosto che di “ufficio terzo”. Eppure per anni con quell’ufficio e quello staff si è riusciti a riportare a casa centinaia di italiani da tutto il mondo anche da situazioni davvero difficili. Perché oggi conduce tutto l’Unità di Crisi?

E perché il Ministro Di Maio non si è esposto in prima persona nella trattativa? Gli attori coinvolti sono conosciuti. Se non si può soddisfare la loro prima richiesta, cosa si è offerto come alternativa?

Ho letto che l’Europa ha chiesto l’immediata liberazione dei pescatori italiani. E poi? Se la sono cavata così? Borrell se ne è interessato oppure pensa solo ai palestinesi? E per favore non si tiri fuori il “momento delicato” per non rispondere a legittime richieste di chiarimento.

È in questo modo che affrontiamo i cambiamenti epocali in Medio Oriente e in Nord Africa? È con queste persone che vorremmo affrontare l’espansionismo turco in piena accelerazione? Stiamo scherzando vero?

105 Condivisioni
Posted by
Franco Londei

Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

105 Condivisioni
Tweet
Share
WhatsApp