Scoperta in Canada una rete che riciclava denaro per Hezbollah

È stata scoperta in Canada una rete che riciclava denaro per Hezbollah. Lo rende noto la polizia canadese.

Il governo federale del Canada ha incaricato un team di investigatori di indagare sulle operazioni di riciclaggio di denaro, gioco d’azzardo e traffico di droga che avvenivano attraverso i casinò di Vancouver.

Secondo le rivelazioni di un investigatore del team, l’inchiesta avvenuta lo scorso marzo ha portato alla luce un vasto sistema di riciclaggio di denaro sporco attraverso il gioco d’azzardo e un altrettanto vasto giro di droga gestito da Hezbollah attraverso diversi casinò di Vancouver.

«Attraverso molte ore di intercettazioni telefoniche abbiamo potuto constatare lo stretto legame tra alcuni casinò è una persona di cui abbiamo prove essere legata ad Hezbollah».

L’indagine ha provato anche una triangolazione tutta ancora da studiare tra affigliati di Hezbollah, mafia cinese e Iran.

L’ex ministro canadese dell’immigrazione, Chris Alexander, ha dichiarato che «le indagini su queste questioni sono pericolose e complesse, ma le autorità canadesi stanno cercando di affrontarle nel modo migliore».

Poi ha aggiunto: «questa è una questione dannatamente complicata. Quando si ha a che fare con l’Iran e le sue reti è sempre complesso e pericoloso».

Franco Londei
Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia