Tag

deportazione di dissidenti iraniani

Browsing

A quanto pare la Turchia islamica di Recep Tayyip Erdogan ha assunto la leadership del movimento “pacifista” filo Hamas. No, non è un errore di battitura il mio, non ho sbagliato a scrivere Hamas al posto di “palestinese”. C’è molta differenza tra l’essere filo Hamas e l’essere filo palestinese. E non ho nemmeno sbagliato a mettere la parola pacifista tra il virgolettato, perché adesso vedremo quanto è “pacifista” la Turchia.

Da diversi mesi segnaliamo i continui rimpatri forzosi di dissidenti iraniani rifugiatesi all’estero da parte delle cosiddette “democrazie occidentali”, rimpatri che spesso avvengono nel silenzio più totale e senza che si sappia niente. I più attivi sono Gran Bretagna e Turchia, ma anche altri Stati non scherzano. L’ultimo caso è quello di Jamal Saberi, attualmente detenuto in Giappone in attesa di essere estradato in Iran dove lo aspetta la forca. Di seguito l’appello lanciato dalla IFIR ( Organo della Federazione Internazionale dei Rifugiati Politici) per fermare la deportazione di Jamal Saberi.