Tag

difesa dei diritti umani

Browsing

Ok, noi lo sapevamo già che certe organizzazioni per la “difesa dei Diritti Umani” erano in effetti politicamente orientate e fondamentalmente anti-israeliane. Lo hanno dimostrato in tutti questi anni. Sapevamo anche che queste organizzazioni prendono milioni da quegli Stati arabi che dovrebbero essere in cima alla loro lista di violatori dei Diritti Umani (Arabia Saudita e altri), ma che si arrivasse a un punto così basso come quello raggiunto ieri con una dichiarazione congiunta su Gilad Shalit, proprio non ce lo aspettavamo.

Premesso che in passato alcuni elementi ben definiti e comunque a noi noti hanno messo in discussione il lavoro di questa Associazione ventilando l’ipotesi che dietro alla Associazione Secondo Protocollo si celasse qualcosa di illegale e che a seguito di questo sono stati fatti tutti i passi legali a tutela della Associazione e del lavoro assolutamente NO PROFIT della Associazione stessa.

Per chi segue la difesa dei Diritti Umani da fuori, il fatto che una grande organizzazione come Human Rights Watch (HRW) abbia detto ieri che l’ONU deve investigare sulle violazioni dei Diritti Umani in Siria è un fatto senza dubbio di una certa importanza. Dietro a questa iniziativa vedrete che arriverà preciso come un orologio anche un bel comunicato di Amnesty International (AI) con la stessa richiesta.

Nel frattempo dalla prima strage in Siria sono passate cinque o sei settimane. Oltretutto non è che prima Assad i contestatori li tacitava con i fiorellini. Però per cinque sei settimane i bravi difensori dei Diritti Umani di HRW se ne sono stati in rigoroso silenzio (salvo qualche piccola dichiarazione qua e la) così come AI, chiaramente troppo impegnati con altre cose come la cosiddetta “crisi umanitaria a Gaza”, crisi che ha disconosciuto persino la Croce Rossa Internazionale.

Da sempre, uno dei maggiori obbiettivi che si è posta l’Associazione Secondo Protocollo, è quello di utilizzare il potentissimo mezzo fornito dalla rete internet per la difesa dei Diritti Umani. Per questo motivo è stato creato un network di siti internet che abbracciano sia diverse tematiche che diverse problematiche. Per sfruttare al meglio questo network e quindi le potenzialità di internet, abbiamo deciso di fare alcune modifiche alla nostra linea di difesa dei Diritti Umani implementata attraverso la rete.