Tag

siria

Browsing

In un Medio Oriente lasciato in fiamme dalla disastrosa politica di Obama ci sono pochissime certezze e tante incognite. Una delle poche certezze emerse con l’elezione di Donald Trump alla presidenza degli Stati Uniti è il ritorno dell’Iran nella lista dei cattivi, un “ritorno” che però crea nuovi dubbi e nuove incertezze soprattutto sul ruolo della Russia di Putin che sfruttando a piene mani la debolezza e gli errori di Obama è tornata a svolgere un ruolo di primaria importanza in Medio Oriente.

Un editoriale di Ofra Bengio sul Jerusalem Post di oggi affronta il discorso dell’accordo sulla Siria voluto da Putin e raggiunto con la Turchia e l’Iran. Bengio li definisce “strani compagni di letto” e ne ha ben donde nel definirli in quel modo.

La Siria non è diventata un enorme campo di battaglia per caso ma perché proprio sulla Siria Barack Obama aveva riposto tutte le sue speranze di veder trionfare la Fratellanza Musulmana in Medio Oriente. Solo che ha clamorosamente sbagliato i suoi calcoli e se oggi la Siria è quel campo di battaglia che vediamo, se oggi in Siria ci sono Putin e gli Ayatollah iraniani la colpa è solo di Obama.

Confesso che mi rimane difficile capire i motivi per i quali una buona fetta di italiani siano rimasti abbagliati dalla figura di Putin. Dalla estrema sinistra alla estrema destra passando per alcune forze cosiddette “moderate” il mito del Putin liberatore del mondo (a vario titolo e a seconda del quadro) imperversa nella rete e in alcuni giornali.