Afghanistan: attacchi aerei americani contro i Talebani. Troppo tardi

Il Pentagono ha confermato questa notte che nei giorni scorsi gli Stati Uniti hanno condotto diversi attacchi aerei contro i Talebani a sostegno del Governo di Kabul.

La notizia degli attacchi contro i Talebani arriva il giorno dopo l’ammissione da parte americana che I Talebani stanno conquistando velocemente tutto l’Afghanistan.

Gli americani la definiscono “slancio strategico” l’offensiva con cui i Talebani si stanno praticamente fagocitando l’intero Paese rendendo quindi vano un ventennio di guerra e il sacrificio migliaia di uomini e donne.

Ci si aspettava da Joe Biden che in qualche modo ponesse un rimedio all’assurda scelta di Donald Trump di ritirarsi dall’Afghanista lasciando così campo libero ai Talebani. Purtroppo non è avvenuto.

Ora l’Afghanistan ripiomberà nuovamente nell’oscurantismo islamico che aveva protetto Al Qaeda permettendole di organizzare con calma gli attacchi dell’11 settembre e gli altri attentati in Europa.

Quell’oscurantismo islamico che aveva reso obbligatorio per le donne indossare il burqa e che aveva fatto della Sharia la legge di Stato.

Gli attacchi americani sono una goccia nel mare di quello che ci vorrebbe per fermare i Talebani, ma serve agli americani per lavarsi le coscienze e per poter dire di aver aiutato il Governo di Kabul.

Nel mentre i Talebani continuano il loro miliardario commercio di oppio (sembra impossibile che gli USA con tutti i loro satelliti non riescano a individuare i campi di papavero per bombardarli) e attivano collegamenti con l’Iran e con il nord del Pakistan (che ha la bomba atomica).

La decisione autolesionista di ritirare tutte le truppe dall’Afghanistan, comprese quelle della NATO, non ha tenuto conto infatti che lasciare campo libero ai Talebani non significa solo perdere l’Afghanistan ma significa anche mettere a rischio il Governo Pakistano (e sarebbe veramente gravissimo) e aprire una porta non indifferente all’Iran per aggirare.

Quindi gli attacchi aerei americani contro i Talebani non solo sono tardivi ma, nel contesto generale, del tutto inutili. Ormai l’Afghanistan è perso, c’è poco da fare.

Franco Londei
Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia