Politica

Conte copia Churchill, ma noi al posto della RAF abbiamo Casalino

Ieri il Premier ha cercato due o tre volte di copiare Winston Churchill citando “l’ora buia”. Ma Churchill aveva la RAF a difenderlo, noi abbiamo Casalino

Non condivido assolutamente nulla con Giorgia Meloni, anzi, mi posso tranquillamente collocare politicamente agli antipodi rispetto alla sua idea politica, ma ieri nella sua replica alla Camera ha detto un paio di cose che condivido.

Naturalmente lei le ha dette con più fervore, con gli occhi che quasi scoppiano e con la solita mancanza di ossigeno dovuta alla mascherina, ma per sintetizzare ha detto che Giuseppe Conte, prima del Governo Salvini-Di Maio non era nessuno, un avvocato che la massa non conosceva, preso per strada dai grillini e messo li a fare il Premier di comodo. E poi ha detto (ed è vero) che pur non essendo un tecnico non ha un partito, insomma, non è passato per le urne (grazie al cielo non ha detto che non lo ha nominato il popolo).

Nel Conte 1 poteva andare bene, c’erano Salvini (soprattutto) e Di Maio che erano primi ministri facenti funzione. Ma nel Conte 2 quel ruolo non c’è più e a fare il Primo Ministro facente funzione c’è uno che si chiama Rocco Casalino. Dai, bisogna essere seri. L’Italia non può essere guidata da Rocco Casalino.

L’accorato appello lanciato ieri da Giuseppe Conte rivolto ai “costruttori” (non so se il Copyrights sia di Travaglio o di Casalino) è stato qualcosa di effettivamente struggente. Sembrava il piccolo Lord che implorava di non togliergli il pony (non so nemmeno se c’è una scena così nel piccolo Lord). Sembrava dire “per favore non toglietemi il giochino”. A un certo punto è andato in confusione e ha parlato anche di “riforma della legge elettorale”. Davvero, ne ha parlato.

Fosse dipeso da lui, da Conte, non sarebbe andato per niente al mondo alle Camere, avrebbe continuato come se nulla fosse accaduto cercando la “maggioranza dei responsabili” volta per volta, consapevole che un gran numero di nullafacenti ritrovatosi con uno stipendio da 10.000 euro al mese non vi avrebbe mai rinunciato. Ha ragione Rosato quando dice che i grillini non sono affatto scemi (o comunque non lo sono sempre).

Sono passati ormai otto mesi da quando chiedevamo disperatamente un intervento di Mattarella per mandare a casa questi incompetenti. Ieri il Premier ha cercato due o tre volte di copiare Winston Churchill citando “l’ora buia”. Era la stessa ora buia di cui si parlava otto mesi fa, solo che da allora è diventata ancora più buia. Churchill aveva la RAF (Royal Air Force) a difenderlo, noi abbiamo Casalino. Cercate di capire la differenza.

Posted by
Franco Londei

Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

Tweet
Share
WhatsApp