Erdogan ricatta il Kosovo affinché chiuda la sua ambasciata a Gerusalemme

26 Marzo 2021

Il dittatore turco Recep Tayyip Erdogan ha chiesto/ordinato al nuovo primo ministro del Kosovo, Albin Kurti, di chiudere l’ambasciata appena aperta a Gerusalemme.

Lo ha reso noto l’ufficio stampa di Kurti che ha pubblicato anche una copia della lettera.

L’ambasciata del Kosovo a Gerusalemme era stata aperta il mese scorso a seguito dell’apertura formale delle relazioni diplomatiche tra la martoriata nazione balcanica e Israele.

Il Kosovo è così diventato il primo paese europeo e il primo a maggioranza musulmana a istituire un’ambasciata nel centro di Gerusalemme, nella parte occidentale della città, dopo gli Stati Uniti e il Guatemala.

Chiaro che una cosa del genere non andasse giù ad Erdogan, visto il suo marcatissimo odio verso Israele e verso tutto quello che rappresenta lo Stato Ebraico.

Il dittatore turco aveva già ammonito in precedenza che il mantenimento dell’ambasciata di Pristina a Gerusalemme avrebbe rovinato le relazioni tra la Turchia e il Kosovo. Una sorta di minaccia visto che la Turchia ha investito molto sulla piccola repubblica balcanica come testa di ponte dell’islamismo europeo.

Ora la minaccia si fa pressante e va a toccare direttamente gli aiuti economici promessi da Ankara a Pristina, ma soprattutto va a mettere in movimento la corposa comunità estremista islamica che fa capo alla Fratellanza Musulmana, molto potente anche nei Balcani proprio grazie ad Erdogan.

Franco Londei

Politicamente non schierato. Sostengo chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

Previous Story

Adesso è il momento di andare a vedere le carte di Teheran

Next Story

Altra nave israeliana colpita nel Golfo. Arriva la Charles de Gaulle

Latest from Società e cronaca

Go toTop

Don't Miss