Opinioni

Joe Biden sarà all’altezza di affrontare la nuova sfida iraniana?

Ok, ultimi capricci di Donald Trump a parte, alla Casa Bianca c’è un nuovo inquilino e si chiama Joe Biden.

Democratico “moderato”, è stato il vice di Obama e già questo spaventa i filo-israeliani che temono una sostanziosa marcia indietro sull’Iran e su diversi punti fermi in Medio Oriente.

Io non credo che questo avverrà, come non credo che Biden sia nemico di Israele e amico dei palestinesi come vanno cianciando alcuni “esperti” sul web. Credo però che sull’Iran non sarà facile per Biden mantenere una posizione di calma senza dare l’impressione di voler tornare al maledetto JCPOA.

Di certo gli iraniani non gli daranno una mano. Ieri su tutte le TV del mondo si è vista la “città dei missili”, una base sotterranea piena di missili di ogni tipo con i quali tenere sotto scacco e bloccare lo Stretto di Hormuz. Pochi giorni fa hanno annunciato ufficialmente di riprendere l’arricchimento dell’uranio al 20% e che possono arrivare facilmente al 90%.

Continuano a mandare armi a Hezbollah e a rimanere imperterriti in Siria e in Iraq nonostante i bombardamenti israeliani.

Quella iraniana è una vera e propria escalation iniziata quando è stato chiaro che Donald Trump aveva perso le elezioni. Questo lascia pensare che a Teheran stiano cercando di mettere sotto pressione il Presidente eletto e magari spingerlo a fare un sostanzioso passo indietro rispetto alle posizioni durissime di Trump.

Sarà quello il momento in cui potremo vedere se Joe Biden sia all’altezza di affrontare la sfida iraniana, oppure se cederà alle pressioni di Teheran. Vedremo anche che tipo di rapporto avrà con Israele, se cioè sarà conflittuale come quello di Obama oppure più amichevole come quello di Trump.

Di sicuro avrà una fortissima pressione dall’ala sinistra del suo partito (Sanders, Cortez e compagnia bella) fortemente anti-israeliana e decisa a ripristinare il JCPOA. Riuscirà Biden a tenerli a bada? Ne avrà l’intenzione? Per capirlo non ci resta che aspettare pochi giorni. Le cose corrono molto in fretta in Medio Oriente.

306 Condivisioni
Posted by
Franco Londei

Politicamente non schierato. Voto chi mi convince di più e questo mi permette di essere critico con chiunque senza alcun condizionamento ideologico. Sionista, amo Israele almeno quanto amo l'Italia

306 Condivisioni
Tweet
Share
WhatsApp